Live Sicilia

Ars

La crociata antisprechi del M5S
"Presto un ddl taglia indennità"


Resta da sciogliere il nodo sulla restituzione della parte "eccedente" degli stipendi da parte dei grillini. Cancelleri: "Via le somme che sfuggono alla rendicontazione".

VOTA
3.3/5
3 voti

ars, cancelleri, tagli agli sprechi, Politica
Giancarlo Cancelleri
PALERMO - "E' quasi pronto un disegno di legge per la riduzione delle indennità dei deputati regionali, appena sarà ultimato lo porteremo in Aula". E' l'annuncio del capogruppo del Movimento 5 stelle, Giancarlo Cancelleri, nel giorno in cui il collega Antonio Venturino viene eletto alla vicepresidenza dell'Ars. Resta qualche nodo da sciogliere anche per quanto riguarda la restituzione di quella parte di indennità che i grillini giudicano "eccedente". "Ci sono due vie percorribili - ha spiegato Cancelleri -. Si può chiedere la creazione di un apposito capitolo di bilancio in entrata, il cui utilizzo andrebbe vincolato all'erogazione di microcredito alle piccole, o si può optare per la donazione alla Regione siciliana. In quest'ultimo caso, però, non riusciremmo a monitorare l'utilizzo di questo denaro".

La lotta dei grillini contro gli sprechi e i benefit della 'casta' avrà un alleato in più: quel posto di vicepresidente tanto ambito da altre forze politiche e finito nelle mani di Venturino: "Adesso, con un nostro rappresentante nell'Ufficio di Presidenza, sarà più facile individuare gli sprechi - aggiunge Cancelleri -. Il primo obiettivo? Eliminare quella parte di rimborsi, come quello sui chilometri percorsi dai deputati per arrivare a Palermo, che sfuggono alla rendicontazione". Nel mirino anche il cosiddetto "contributo unificato", ovvero i soldi dati ai gruppi parlamentari per ogni singolo deputato. "Anche in questo caso - conclude Cancelleri - i singoli parlamentari dovrebbero rendicontare ogni spesa".