Live Sicilia

i mezzi erano naufragati domenica

Tir in mare, parte del carico
raggiunge le coste di Termini Imerese


carico, mare, nave, palermo, porto, termini imerese, tir, Palermo

Come si evince dalle immagini fatte pervenire in redazione da un nostro lettore, una variegata accozzaglia di materiali composta da mele, siringhe, buste per flebo, pezzi di legno e protezioni in plastica si è adagiato sulla spiaggia di ciottoli nel comune in provincia di Palermo.

VOTA
1/5
2 voti

TERMINI IMERESE (PA) – Una parte del carico dei dodici Tir e semi rimorchi precipitati in mare domenica dal traghetto “Euro cargo Cagliari” della compagnia Grimaldi ha raggiunto le coste di Termini Imerese sospinto dalle onde e dalle correnti. Come si evince dalle
immagini fatte pervenire in redazione da un nostro lettore, una variegata accozzaglia di materiali composta da mele, siringhe, buste per flebo, pezzi di legno e protezioni in plastica si è adagiato sulla spiaggia di ciottoli del comune in provincia di Palermo.

I mezzi erano finiti in mare quando la nave si trovava ad appena a due miglia a est di Capo Zafferano e ad una ventina dal porto di Palermo in attesa di un miglioramento delle condizioni meteo. L'incidente è stato causato dal mare grosso e dalle forti raffiche di vento, che soffiavano ad oltre 40 nodi creando onde alte 7 metri.

Ieri la Procura di Palermo ha aperto un fascicolo a carico di ignoti sull'incidente marittimo, affidando la consulenza all'ingegnere Renato Magazzù per capire se i rimorchi, trasportati dalla nave e finiti in mare fossero agganciati correttamente al ponte attraverso le catene. Dai primi rilievi non sono emerse irregolarità nelle procedure di ancoraggio dei container alla nave. Sembrerebbe che a causare l'incidente siano stati le cinque "rollate" (i movimenti oscillatori dell'imbarcazione) a oltre 35 gradi per il forte maltempo. La Procura sta inoltre cercando di capire se il materiale trasportato e finito in mare possa essere nocivo per l'ambiente.