Live Sicilia

Ars

Venturino: "Nessun inciucio
Rinuncio all'auto blu"


ars, auto blu, venturino, Politica

Il vicepresidente di Sala d'Ercole: "Andrò a Palazzo dei Normanni in autobus. Nessuna alleanza nascosta, il Pds ha votato per me nel rispetto del regolamento".

VOTA
2.8/5
18 voti

PALERMO - Rinuncia all'auto blu ("verrò all'Ars in autobus") ma non all'ufficio che spetta al vicepresidente vicario "perchè - dice - ho intenzione di lavorare e svolgere al meglio il mio lavoro, mica posso aprire una bancarella sotto Palazzo dei Normanni". Antonio Venturino si presenta così alla prima conferenza stampa da numero due di Sala d'Ercole. Il deputato del Movimento 5 Stelle rinuncia all'auto blu: "Verrò in autobus da Piazza Armerina, la mia città. Il biglietto costa 12,30 euro. Non ho bisogno di questo tipo di benefit". Poco dopo, però, il neo vicepresidente vicario, svela di essere alla ricerca di un monolacale a Palermo: "Basta che non superi i 400 euro", racconta ai giornalisti chiudendo poi con una battuta: "Se avete notizie di un piccolo apaprtamento iin  affitto e con queste caratteristiche...".

"Le risorse aggiuntive che spettano a chi ricopre la mia carica? Tutto ciò che servirà nell’espletamento delle mie funzioni verrà utilizzato - risponde Venturino, ex comico e attore teatrale -, purchè non riguardi modi di comportamento tipici da 'casta'. Nessun benefit aggiuntivo. Ci sarà l’ufficio, certo, ma rinunceremo a quei benefici che non sono necessari".

All'interno di Palazzo dei Normanni c'è già chi, come Nello Dipasquale, grida all'inciucio nell'elezione di Venturino, ma il deputato del M5S replica sereno: "Nessun inciucio. Non sapevo di poter ricevere voti di altri. Il Pds-Mpa ha votato per me sostenendo di averlo fatto nel rispetto del regolamento parlamentare''. Poi la battuta: "Per una volta è stata premiata la nostra inesperienza e la nostra estraneità a certi giochi".