Live Sicilia

IL GOVERNATORE SU GESIP

Crocetta alle parti sociali:
"Assurda loro opposizione"


crocetta, gesip, ministero del lavoro, palermo, regione, Palermo
Il presidente della Regione, Rosario Crocetta

Ai malumori mossi nei confronti della decisione di sbloccare la cassa integrazione in deroga per i lavoratori della Gesip il presidente della Regione Rosario Crocetta replica in questo modo: "Trovo assurdo che si oppongona all'utilizzo di risorse aggiuntive che ci sono state attribuite dal ministero del Lavoro per affrontare la grave situazione dei lavoratori della Gesip".

VOTA
3.3/5
9 voti

PALERMO - "Trovo assurdo che dopo che il governo è riuscito ad ottenere le risorse per risolvere tutti i problemi di cassa integrazione avanzati dalle aziende e dai sindacati di tutta la Sicilia ci siano alcune delle parti sociali che si oppongono all'utilizzo di risorse aggiuntive che ci sono state attribuite dal ministero del Lavoro per affrontare la grave situazione dei lavoratori della Gesip". Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, replicando ad alcune critiche espresse nei confronti della decisione della giunta regionale di governo che ha dato il via libera alla cassa integrazione in deroga per Gesip, la società del comune di Palermo ferma da oltre 2 mesi e che sarà liquidata a fine anno.

Crocetta sottolinea che nel caso di mancato utilizzo "le risorse in questione, circa 12 milioni di euro, non resterebbero in Sicilia ma al 31 dicembre verrebbero riprese dal governo nazionale per attribuirle ad altre regioni".

"L'odio che qualcuno ha nei confronti della Sicilia in casa stessa della nostra Regione - aggiunge il Governatore - rasenta veramente in questo caso il senso più totale di irresponsabilità. Qualcuno vuole lasciare la città di Palermo in una situazione economica di grave difficoltà non ponendosi minimamente il problema che nei momenti difficili bisogna essere tutti solidali, sopratutto quando questa solidarietà non costa nulla a chi la concede".

Crocetta conclude "facendo appello a tutte le parti sociali, sindacati e azienda di stringersi attorno ai lavoratori della gesip e alla città di Palermo condividendo la soluzione elaborata dal governo regionale"