Live Sicilia

Il caso

Sterpi e degrado all'Ingrassia
Operai Sas senza attrezzi


Uno scorcio del parco dell'ospedale Ingrassia

Sei operai della Sas hanno iniziato a bonificare le aree verdi interne all'azienda ospedaliera Ingrassia. L'intera zona versava in condizioni disastrose fino a qualche giorno fa. Mancano però le attrezzature adeguate per il pieno contenimento dell'emergenza.

VOTA
5/5
6 voti

PALERMO – Sterpaglie, aiuole incolte, siepi indecorose e immondizia ovunque. Era questa la situazione dello spazio verde interno all'ospedale Ingrassia di Palermo fino a pochi giorni fa. Adesso l'emergenza sembra essere contenuta. Sei operai della Sas da circa quindici giorni, ogni mattina, hanno iniziato a bonificare la zona. Mancano però le attrezzature necessarie per intervenire in modo adeguato. Gli unici strumenti messi a disposizione dal direttore sanitario, infatti, sono scope e palette.

I lavoratori dell'ex partecipata regionale Biosphera hanno già ripulito le aree di primaria importanza. L'ingresso principale del nosocomio tramite cui si accede ai vari reparti ospedalieri e l'area che circonda il pronto soccorso sono già state bonificate. Per la disinfestazione delle altre aree verdi, delle aiuole e dei due parcheggi interni, gli operai attendono l'arrivo di strumenti idonei.

“Stiamo cercando di fare del nostro meglio - dice Francesco Morfino, uno dei sei lavoratori della Sas addetti all'intervento di pulizia - per rendere pulito e fruibile il percorso interno all'ospedale. Con le sole scope e palette però non riusciamo a risolvere interamente il problema. Attendiamo che l'azienda metta a nostra disposizione le attrezzature necessarie per completare il lavoro nel migliore dei modi”.