Live Sicilia

L'indagometro

All'Ars già 10 indagati
Torna l'indagometro


Torna l'indagometro: ecco chi sono i deputati indagati, imputati o condannati nella nuova legislatura.

VOTA
3.2/5
28 voti

indagometro, Politica, Le firme
PALERMO - Si riparte da dieci. Con la nuova legislatura LiveSicilia ricomincia a contare gli indagati in Parlamento: l'indagometro, che nell'Ars della scorsa legislatura era arrivato a quota 29, adesso segna temperature molto più basse, con dieci politici indagati, imputati o condannati fra gli scranni di Sala d'Ercole. L'ultima novità è quella di Antonello Cracolici, indagato per peculato nell'inchiesta sulle spese dei gruppi parlamentari.


Della lista, oltre all'esponente dell'Udc Pippo Sorbello, indagato per voto di scambio, fanno parte otto politici. Le accuse sono di vario genere: si va dal concorso esterno contestato a Michele Cimino di Grande Sud, per il quale pende una richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura, al voto di scambio per il quale è indagato Pino Federico del Partito dei Siciliani, mentre Francesco Cascio del Pdl e Giovanni Di Mauro del Pds sono indagati per un reato più lieve, l'omissione di atti d'ufficio nell'inchiesta sull'inquinamento acustico. Chiudono l'elenco i pidiellini Salvino Caputo, condannato in appello per tentato abuso d'ufficio, Mimmo Fazio, condannato in appello a 4 mesi, sostituiti da una multa, per violenza privata, Giuseppe Picciolo, indagato per simulazione di reato e calunnia aggravata e Giuseppe Laccoto, deputato del Pd, imputato per tentato abuso d'ufficio a Patti. Laccoto sarà processato col rito abbreviato a partire dal 22 maggio 2013.