Live Sicilia

Attività culturali,
ecco tutti gli ammessi


L'assessorato regionale dei Beni culturali e dell'Identità Siciliana ha pubblicato l'elenco delle istanze ritenute idonee tra quelle presentate da associazioni ed enti per l'organizzazione di attività a carattere culturale, artistico e scientifico.

VOTA
5/5
3 voti

Gesualdo Campo
PALERMO – È stato pubblicato sul sito dell’assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, l’elenco dei soggetti ammessi al contributo per le attività culturali volte alla promozione ed alla valorizzazione delle tradizioni e dell’identità regionale. Sono 521 i progetti che hanno presentato tutta la documentazione e sono rientrati nei parametri stabiliti dall’assessorato, ma di questi, sono meno di 100 quelli che in virtù del punteggio più alto, hanno ricevuto il via libera per il finanziamento. 75 è stata la valutazione più alta, che è stata attribuita all’associazione Casa memoria Felicia e Peppino impastato per il progetto “Memorie di mafia”, all’associazione culturale Sicilia Queer, per una iniziativa sulle differenze nella costruzione dell’identità siciliana ed il Comune di Siracusa per un progetto cittadino su mito e drammaturgia.

Sono 86, invece, i progetti passati al vaglio per cui le associazioni e gli enti organizzatori hanno richiesto il massimo contributo, 30 mila euro, ma, anche in questo caso, solo in tre riceveranno l’intero importo, forti del loro alto punteggio. Si tratta dell’Archeoclub di Campobello di Licata, per “Klat”, del Comune di Noto, che organizzerà un evento dedicato all’architetto Rosario Gagliardi e della fondazione Istituto di alta cultura Orestiadi Onlus, il cui progetto consiste in un omaggio a Ludovico Corrao. Premiato anche il Comune di Palermo, che ha ottenuto 60 punti e poco più di 13 mila euro per un progetto dal titolo “I Basile, architettura, paesaggi e natura”.

Ecco l'elenco degli enti e delle associezioni idonee