Live Sicilia

SALA DELLE LAPIDI, MAZZOLA (IDV)

"Conferenza dei sindaci
Orlando è sempre assente"


Il consigliere Idv Mazzola, in Aula, bacchetta Orlando: "Non va alla conferenza dei sindaci, almeno nomini qualcuno al suo posto". Ma l'assessore Ciulla smentisce: "Sono andata io". E Mazzola ribatte: "Non è andata a quella del 18 settembre".

VOTA
5/5
6 voti

mazzola, orlando
Il consigliere Mazzola
PALERMO - “Il sindaco Orlando diserta la conferenza dei sindaci, almeno nomini qualcuno al suo posto”. A dirlo non è un avversario politico del primo cittadino, ma il consigliere comunale dell’Idv Francesco Mazzola durante una delle sedute di Sala delle Lapidi.

“La conferenza dei sindaci – spiega Mazzola – è un organismo della Provincia che si occupa di svariate materie, dai rifiuti alla sanità. Il sindaco, probabilmente perché impegnato, non è mai andato né ha nominato qualcuno al suo posto. La giunta non ha nemmeno una delega specifica alla Sanità, e il risultato è che il Comune non può neanche nominare dei componenti dei collegi sindacali delle Asp o delle aziende ospedaliere che gli spetterebbero”.

Il consigliere assicura che la sua non vuole essere una critica al sindaco, ma solo un invito a considerare con maggiore attenzione la conferenza. “Scelga uno dei tanti medici che inviando il proprio curriculum si sono offerti di collaborare gratuitamente, ma lo faccia. Prima il sindaco era a capo della conferenza, adesso neanche ci va”.

LA REPLICA DELL'ASSESSORE CIULLA
"Ho partecipato io all'unica conferenza convocata finora. Il Comune era presente, quindi", dice l'assessore alle Attività sociali Agnese Ciulla.

LA CONTROREPLICA DI MAZZOLA
"A parziale rettifica di quanto sopra affermato, è vero sì che l’assessore Ciulla, in rappresentanza del comune di Palermo, era presente alla seduta del 30 novembre della conferenza provinciale dei sindaci, ma questa non è stata l’unica riunione convocata, come afferma l’assessore, e alle precedenti ( posteriori al suo insediamento ) nessuno era presente, come da verbali allegati in nostro possesso. Per esempio alla seduta del 18 settembre solo i rappresentanti di sette comuni erano presenti. Resta il fatto che sarebbe auspicabile, vista la delicatezza di certi argomenti, che la concertazione in materia di sanità sia frutto di concertazione ed effettuata consultando gli esperti. Chiederò subito al sindaco un incontro programmatico".