Live Sicilia

AI QUATTRO CANTI

"Cavalcando la cometa"
Torna il video-mapping


Sull'onda dell'incredibile successo ottenuto durante il Festino 2012 torna la video-installazione tridimensionale ai Quattro Canti. Domenica 16 dicembre a partire dalle ore 18.

VOTA
0/5
0 voti

, Palermo
I Quattro canti che si illuminano di una luce nuova, vestendosi di abiti immaginifici: da domani, 16 dicembre, alle 18, una video-installazione tridimensionale dal titolo “Cavalcando la cometa” verrà proiettata sul monumento a ritmo di musica. Torna così il video-mapping ai Quattro canti sull'onda dell'incredibile successo ottenuto durante il Festino 2012. Le novità di questa edizione sono il tema natalizio e la durata dell'installazione: ogni giorno dalle 16 alle 20.30 fino al 31 dicembre, la prima volta in Italia una durata così lunga per un evento del genere. Il monumento sarà “vestito a festa” in un viaggio che esplora i mille significati del Natale. Il video mapping, nuova frontiera della videoarte, è una tecnica sperimentale di videoproiezione che permette di delineare le geometrie di un’architettura utilizzando contenuti video tridimensionali che enfatizzano la struttura stessa e trasformano le superfici in un display dinamico. Si creano così spazi sensoriali immersivi all’interno dei quali lo spettatore si muove circondato da luci, suoni e immagini. Un’esperienza altamente spettacolare e poche volte ancora sperimentata in Sicilia soprattutto in un luogo unico e suggestivo come i Quattro Canti di Palermo. Saranno realizzati due video con la tecnica del "mapping", da proiettare in sincrono su due facciate dei Quattro Canti. I video saranno un racconto per immagini che, sfruttando la scomposizione delle architetture in oltre 500 elementi separati, trasfigureranno le facciate dando allo spettatore la sensazione della tridimensionalità delle superfici. Gli autori: Roberto Rebaudengo, genovese. Si forma come scenografo e costumista accanto a Emanuele Luzzati di cui e’ prima assistente e poi collaboratore, a partire dal 1996. A Palermo per il Teatro Massimo collabora con Luzzati. Matthias Schnabel, nato a Bombay e cresciuto in Germania, si laurea nel 1999 in Communication Design a Mannheim e nel 2001 a Stoccarda consegue l'European Master of Arts in Media for Interactive Design della università di Portsmouth. Lavora come freelancer, prima a Stoccarda dove partecipa alla fondazione di una piattaforma creativa per il design, e poi a Milano, per il settore dell'interactive design. Si avvicina alla video animazione sviluppando progetti interattivi per aziende come Daimler Chrysler Bank e Bosch. Domenica ai Cantieri culturali alla Zisa il “Regalo di Natale” è prezioso: in questi giorni di festa infatti verranno donati due grandi spazi degli ex magazzini Ducrot rubati all'incuria e all'oblio: uno, il padiglione 19, sarà la sede di “Zisa arte contemporanea” (Zac) (alle 18), spazio espositivo aperto a collezioni e sperimentazione che si inaugura il 16 dicembre insieme ad un altro gioiello dei Cantieri, inaugurato per una stagione nel 2008 e poi abbandonato: è il Cinema De Seta, dedicato al regista siciliano Vittorio e deputato ad ospitare una programmazione d'essai. Il cinema proietterà almeno un film al giorno e rimarrà aperto anche al di là della manifestazione Palermo 2013. Due rassegne si alterneranno in questi giorni, entrambe avranno il pregio di proiettare solo film in pellicola: sono Life in progress e Queer. proponendo al contempo delle opere “classiche” dei generi per bambini e ragazzi attinte al repertorio dell’animazione e del fantastico, insieme a film che pongono interrogativi più ardui e contemporanei con radici profonde nella società interculturale e urbana che accomuna Palermo e altre città occidentali, con una particolare attenzione all’area del Mediterraneo. La fiaba e il fantastico vengono così completati: due diversi modi di aprire occhi e sguardo, di sorprendersi, di porsi domande. La molteplicità di spazi presenti nelle pellicole indicate, inoltre, è pensata come opportunità di scoperta per lo spettatore che rimane in città durante il periodo festivo. Per l'apertura (18.30) è stata scelta la proiezione in anteprima di TransEuropae Hotel, girato tra la Sicilia e il Brasile con il sostegno della Sicilia Film Commission.

SINOSSI: Un famoso percussionista brasiliano viene fatto sparire e trasferito per magia in una realtà parallela. Un quartetto di personaggi improbabili lo ritrova visionando immagini e viaggiando alla ricerca di un mago candomblè in grado di fornire la formula necessaria alla riapparizione. Il resto del gruppo rimane in attesa al Transeuropæ Hotel e assume senza volerlo le valenze drammaturgiche di un Coro. "Transeuropæ hotel" è un road movie tra la costa occidentale della Sicilia e le favelas di Rio de Janeiro e Salvador Bahia, una meditazione sulla contemporaneità, sul disadattamento, sul valore della musica (e della poesia e dell’arte), e sulla convinzione che altri mondi sono possibili. La regia è di Luigi Cinque con Pippo Delbono , Luigi Cinque , Peppe Servillo , Marina Rocco, Keuri Poliane, Jurema da Matta, Petra Magoni, Ilaria Drago, Preto de Linha, José Araujo, Badara Sek, Giuseppe Vitiello. Tra gli altri eventi della giornata: uno spettacolo al Teatrino delle Beffe, le Matrioske in piazza Politeama e due spettacoli al Parco Uditore. Tutte le informazioni su questi e sugli altri eventi della giornata su www.palermo2013.it