Live Sicilia

Messina

In manette (subito dopo le nozze)


Si è sposato ed è finito in manette. Gli agenti hanno atteso la fine della cerimonia religiosa e del ricevimento, poi l'hanno portato in carcere.

VOTA
1/5
1 voto

arresto, dop le nozze, galera, matrimonio, messina, Messina, Cronaca
MESSINA- Dalla chiesa, alla sala di ricevimento, infine... al carcere di Gazzi. I passaggi obbligati di una cerimonia per celebrare il matrimonio hanno avuto una tappa insolita, e poco gradita, per uno sposo: la galera. Francesco Soriano, calabrese di 41 anni, ma residente a Messina, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di “Gazzi”, al termine del suo "sposalizio". Gli agenti, infatti, "ospiti inattesi" della cerimonia, hanno atteso i tempi del rito religioso, svoltosi in una chiesa messinese, e che si concludesse anche il ricevimento, quindi la notifica allo sposo: ordine di carcerazione, di 2 anni e 6 mesi di reclusione, per detezione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente. "Stupefatti", la sposa e gli invitati.