Live Sicilia

Il punto

Ars, il giorno delle commissioni
Nel Pd Lumia strappa la deroga


In mattinata la conferenza dei capigruppo cercherà un'intesa complessiva. Ieri intanto da Roma è arrivato il via libera alla corsa del senatore di Termini e di Anna Fionocchiaro. Nel centrodestra gli ex An impegnati per la loro nuova lista

VOTA
1.3/5
16 voti

ars, crocetta, lumia, pd, presidente, udc
Beppe Lumia
PALERMO- L'appuntamento all'Ars è per la capigruppo di questa mattina dove i partiti cercheranno una quadratura del cerchio al fine di evitare un voto al buio per le commissioni. Che si insedieranno oggi pomeriggio ed eleggeranno presidenti, vicepresidenti e segretari. L'obiettivo è quello di arrivare a una grande spartizione istituzionale delle cariche che eviti tiri mancini e brutte sorprese. Al Pd dovrebbero andare due presidenze.
Bruno Marziano dovrebbe guidare la commissione Attività produttive, mentre Antonello Cracolici andrebbe alla guida della commissione Bilancio, sulla quale ieri si è registrata la disponibilità di un passo indietro dell'Udc. Ai centristi andranno quasi certamente la Sanità e l'Unione europea. I due presidenti dell'Udc saranno Nino Dina e un altro veterano ancora da definire. Per la commissione Ambiente sgomitano il gruppo Territorio e il Movimento 5 Stelle. Il resto sarà definito questa mattina in una riunione che si preannuncia complicata.

Ieri, intanto, i democratici sono stati impegnati su un altro fronte, tutti a Roma per definire la partita delle primarie. Anna Finocchiaro e Beppe Lumia hanno strappato una deroga e poteranno ricandidarsi, probabilmente però passando per le primarie. Anche se l'ipotesi di una corsa del senatore termitano con la lista del Megafono di Crocetta non è ancora esclusa. In corsa saranno tutti gli uscenti, tranne forse Costantino Garraffa, ai quali si aggiungeranno big di peso come i deputati regionali uscenti Pino Apprendi, Bernanrdo Mattarella e il renziano Davide Faraone. Candidature pesanti che rendono tutt'altro che scontato l'esito della competizione.

Grandi manovre anche nel Pdl. Prende corpo la lista degli ex An guidata da Ignazio La Russa, che in Sicilia vede in prima fila, come scritto nei giorni scorsi da Live Sicilia, Raffaele Stancanelli, Gianpiero Cannella, Salvino Caputo, Vincenzo Vinciullo e Marco Falcone. Una scissione che potrebbe aprire spazi nella lista berlusconiana, sulla quale è ancora buio fitto. Nell'Udc, invece, dovrebbe essere formalizzato venerdì l'ingresso di Giovanni Pistorio, anticipato da Live Sicilia la settimana scorsa. L'ex numero due dell'Mpa sarà candidato alle Politiche con Casini.