Live Sicilia

Ars

Caos dentro il gruppo del Pd
Fumata nera per le commissioni


Cracolici prende la parola in Aula: "Non mi è noto il procedimento democratico col quale il mio gruppo sta indicando i nomi". Ardizzone rinvia la seduta a domani. La segreteria nazionale del Pd manda Zoggia a Palermo

VOTA
1.3/5
20 voti

ars, commissioni, cracolici, Politica
PALERMO  - Rinviata la seduta che avrebbe scelto i presidenti delle Commissioni parlamentari all'Assemblea Regionale Siciliana. Fumata nera dunque nonostante la riunione dei capigruppo svoltasi questa mattina alla presenza del presidente della Regione, Rosario Crocetta e del presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone. A rendere più scura la fumata che pareva ormai bianca sono i problemi interni al Partito Democratico. Il capogruppo Baldo Gucciardi aveva comunicato questa mattina i nomi dei componenti delle singole commissioni, su cui però l'accordo non era unanime. E proprio l'area Cracolici si è messa di traverso.
In apertura della seduta convocata per questo pomeriggio infatti lo stesso Antonello Cracolici ha chiesto alla presidenza un rinvio di ventiquattr'ore. "Esiste un vuoto nella procedura che determina la rappresentanza dei gruppi - afferma Cracolici -, che dovrebbe essere partecipata. Dico con sofferenza ed amarezza quello che riguarda il mio gruppo parlamentare, ovvero che non mi è dato sapere quale procedura democratica abbia seguito il mio gruppo nella scelta dei componenti delle commissioni". Esiste dunque una crepa piuttosto larga nelle pareti della maggioranza, che andrà riempita per evitare la rottura definitiva dell'equilibrio. "Si corre un rischio di instabilità complessiva dell'aula - ribadisce Cracolici -, di cui possono soffrire anche le dimensioni dei gruppi attuali". Si paventa dunque una possibile rottura in quello che è il gruppo parlamentare più numeroso di tutta l'Assemblea Regionale Sicilia.
Cracolici era considerato papabile per la presidenza della commissione Bilancio, ma il suo nome non è stato i nserito dal gruppo tra quelli designati per quella commissione, bensì tra i deputati destinati alla prima commissione, che si occupa di Affari istituzionali.
Si tenterà di mediare entro domani alle 15, quando sarà nuovamente convocata l'Ars con lo stesso ordine del giorno di oggi. In mattinata arriverà a Palermo il responsabile nazionale Pd degli Enti locali Davide Zoggia per parlare con i deputati siciliani.
Per evitare che le posizioni interne al Pd possano diventare traballanti, fa da bastone il presidente dell'Assemblea, Giovanni Ardizzone. "I momenti di inizio legislatura sono particolarmente delicati - afferma il presidente dell'Ars -, per cui accolgo la richiesta dell'onorevole Cracolici. Preciso però che il rinvio non comporterà ritardi sulla tabella di marcia che ci siamo dati nella riunione dei capigruppo". L'esponente dell'Udc è ottimista in merito alla soluzione delle questioni interne agli alleati del Pd. "Domani sera la quinta commissione sarà riunita e inizierà a discutere di Ato e precari".
Accoglie con un po' di insofferenza il rallentamento delle tempistiche il Movimento Territorio, per bocca del capogruppo Nello Dipasquale: "Accettiamo la decisione del presidente Ardizzone, ma non neghiamo che stiamo perdendo del tempo. Lo diciamo ribadendo il nostro al sostegno al governo in cui non siamo rappresentati direttamente, diversamente dalle altre forze di maggioranza".