Live Sicilia

l'allarme dei sindacati

Amia, gli stipendi di dicembre?
"Solo un acconto al 50 o 70%"


amia

CgilL,  Fiadel e Confsal lanciano l’allarme all’Amia: stipendi di dicembre al 50 o 70 per cento e tredicesime ma solo entro fine mese.

VOTA
1.3/5
8 voti

PALERMO - Stipendi di dicembre al 50 o 70 per cento e tredicesime ma solo entro fine mese. Cgil, Fiadel e Confsal lanciano l’allarme all’Amia, la società partecipata dal comune di Palermo, dopo che l’incontro convocato ieri dall’azienda è stato rinviato a data da destinarsi.

Ma dal concordato, dicono i rappresentanti dei lavoratori, “abbiamo finalmente scoperto che lo squilibrio dei conti è pari a 28 milioni che, esclusi gli otto promessi dal Comune, verranno coperti con tagli sul costo del personale”. Un atto di accusa nei confronti dei commissari, che alcuni mesi fa hanno avviato le procedure di mobilità per 301 dipendenti fra Amia ed Essemme.

E, come se non bastasse, la tegola stipendi: “A meno di miracolose condizioni, su cui però nessuno è pronto a scommettere – dicono i sindacati – le tredicesime verranno pagate entro la fine dell’anno e gli stipendi di dicembre con un semplice acconto. Invitiamo i lavoratori a comportarsi responsabilmente, visto che in periodo natalizio la legge non ci consente azioni di protesta”.