Live Sicilia

Pd

Gucciardi respinge le accuse:
"Nessun vulnus democratico"


Il capogruppo del Pd: "Decisioni prese dalla stragrande maggioranza del gruppo. Domani ci confronteremo". Il segretario regionale Lupo: "Mi auguro che la discussione e il chiarimento possano aiutare a ritrovare l'unità".

VOTA
1.7/5
6 voti

gucciardi, pd
PALERMO- “Nessuno si sottrae ad approfondimenti politici che sono stati richiesti, ma i comportamenti tenuti fino ad ora non hanno di certo consumato alcun vulnus democratico all’interno del gruppo parlamentare del PD, per la semplice ragione che le proposte avanzate per le commissioni parlamentari sono state condivise dalla stragrande maggioranza del gruppo”. Lo dice Baldo Gucciardi, presidente del gruppo PD all’Ars, dopo il rinvio di 24 ore della seduta d’aula sulla composizione delle commissioni parlamentari. “Ad ogni modo – aggiunge Gucciardi – domani mattina il gruppo si riunirà di nuovo, a conferma della volontà di approfondire la questione e di ricercare la maggiore condivisione possibile delle scelte”.

"L'aula ha perso 24 ore preziose essendo ormai impegnata in una corsa contro il tempo per approvare l'esercizio provvisorio di bilancio. Il gruppo del Pd ha operato nel pieno rispetto delle regole democratiche, discutendo a lungo per la designazione dei componenti nelle singole commissioni parlamentari e dando mandato al capogruppo". Lo dice invece il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo, in merito alle polemiche sollevate dall'ex capogruppo dei democratici, il deputato Antonello Cracolici. "Mi auguro che la discussione e il chiarimento possano aiutare a ritrovare l'unità - aggiunge Lupo - in caso contrario é chiaro che dovrà essere la maggioranza ad assumersi la responsabilità delle scelte, che dovranno essere rispettate anche dalla minoranza".