Live Sicilia

FORMAZIONE

Scilabra: "Presto atti concreti"
Oggi l'incontro con i sindacati


cisl, formazione, scilabra
L'assessore alla Formazione professionale Nelli Scilabra

L'assessore, accusata ieri di non aver voluto incontrare gli operatori della Formazione, precisa: "I lavoratori sono stati accolti negli uffici della Segreteria tecnica". Oggi pomeriggio ha convocato sindacati e associazioni per un vertice urgente a cui è atteso anche Crocetta

VOTA
2.5/5
4 voti

“Daremo ai lavoratori risposte concrete”. Con queste parole, l'assessore alla Formazione professionale Nelli Scilabra prova a spegnere le polemiche seguite alla manifestazione di ieri, che ha coinvolto migliaia di operatori del settore. Polemiche legate anche alla scelta iniziale dell'assessore di non incontrare i sindacati a Palazzo d'Orleans. E denunciata in particolare dalla Cisl.

“I lavoratori – precisa però la Scilabra - sono stati ricevuti in Presidenza dalla Segreteria Tecnica. Io mi trovavo nello stesso luogo per una riunione. Ho deciso di scendere per incontrare i lavoratori e rassicurarli che la priorità mia e del presidente è quella di trovare una soluzione rapida per il loro futuro. Per questo siamo già al lavoro e risponderemo presto con azioni concrete”.

Poi, però, ecco anche una “tirata d'orecchie” alle sigle: “Ai dirigenti sindacali presenti, invece, - racconta infatti l'assessore Scilabra - ho manifestato la mia sorpresa per non aver ancora ricevuto la relazione unitaria, che ho richiesto più di una settimana fa, sulle criticità e le emergenze del settore. Ritengo – aggiunge - sia un contributo molto utile per poter conoscere il loro punto di vista, e penso che un documento unitario di tutti i sindacati sia un passo importante per segnare una discontinuità sostanziale, anche nei metodi, rispetto al passato. Non ci si può dividere quando si difendono i lavoratori, non ci può essere divisione – conclude - tra le Istituzioni e i cittadini, né tanto meno tra chi per Costituzione difende e tutela i diritti dei lavoratori.”

E le parole dell'assessore hanno per il momento placato la protesta. Ma l'agitazione prosegue: "La Regione – dice infatti il responsabile della Cisl scuola Giovanni Migliore - ci ha fatto sapere di essere impegnata sulla vertenza della Formazione Professionale anche per trovare soluzioni immediate per il pagamento degli stipendi arretrati, ci auguriamo giungano presto, ma vogliamo fatti non più solo parole. Abbiamo ribadito - spiega Migliore – che la priorità sono lo sblocco degli stipendi arretrati e il pagamento della cassa integrazione, la Regione ha fatto sapere di avere allo studio una ipotesi di soluzione che consenta di pagare direttamente i lavoratori senza passare dagli enti. Mentre si verifica questa possibilità, che, sappiamo, in passato la Corte dei Conti ha negato, abbiamo chiesto che vengano avviate tutte le procedure per garantire entro dicembre il pagamento del 50% delle somme attese dagli enti in modo da non perdere i fondi europei, e garantire i lavoratori. Sulla cassa integrazione, - prosegue Migliore - la Regione si è impegnata ad attivare i tavoli entro la fine dell'anno. Ribadiamo , moralizzare il settore, eliminare il malaffare – conclude Migliore – non vuole dire fare macelleria sociale”.

Aggiornamento: L'assessore regionale all'Istruzione e alla Formazione professionale ha convocato le organizzazioni sindacali e le associazioni degli enti di formazione. "Ho convocato per questo pomeriggio tutti i rappresentanti sindacali e le associazioni degli enti. All'incontro parteciperà il Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta", ha dettò Nelli Scilabra. "Ho deciso di convocare con urgenza questo incontro per affrontare da subito le emergenze della formazione professionale in Sicilia, la dignità e il futuro dei lavoratori e delle loro famiglie sono la nostra priorità", ha aggiunto