Live Sicilia

PAKISTAN

Attacchi contro volontari
Tre morti a Peshawar


antipolio, islamabad, morti, terrorismo

Continuano gli attacchi ai volontari che, in Pakistan, portano avanti la lotta anti-polio. Sono tre i morti dopo l'ultimo attacco nei pressi di Islamabad.Da giorni su tutto il territorio pakistano continuano gli attacchi ai volontari. Il paese conta centinaia di vittime della malattia, solo nei primi sei mesi del 2012 sono già 22 le vittime.

VOTA
0/5
0 voti

ISLAMABAD - Alcuni volontari sono stati vittime di una sparatoria durante la vaccinazione anti-polio di diversi bambini in Peshawar. Due uomini armati sono entrati nell'ambulatorio sparando addosso ai volontari. La notizia la riferisce GEO Tv. Il violento attacco ha visto come teatro l'area di Daudzai ed è successivo a l'uccisione di ieri di cinque volontarie pachistane.

Non sono gli unici attacchi ad essere stati registrati nelle ultime ore. Altre sparatorie in cui sono rimasti coinvolti altri volontari belle località di Charsadda e Nowshera. Di ieri è l'annuncio dell'Organizzazione mondiale della sanità sulla sospensione temporanea della campagna di vaccinazione in diverse zone del Pakistan. In serata, con un comunicato congiunto con l'Unicef, l'Oms ha confermato ''la campagna antipolio deve continuare sul territorio pachistano, con un maggior sostegno da parte delle forze di sicurezza''.

Il Pakistan, insieme ad Afghanistan e Nigeria, è uno dei paesi in cui la poliomelite è ancora endemica. La lotta contro questa malattia è stata contestata tanto dai ribelli talebani quanto da alcuni gruppi delle aree tribali. Sono stati, secondo le stime ufficiali, 198 casi accertati di polio durante il corso dell'anno passato. Dopo i primi sei mesi di quest'anno i casi sono stati ventidue, pur continuando le azioni delle organizzazioni sanitarie mondiali per sradicare la malattia, in questi paesi sembra essere molto difficile giungere ad un epilogo in favore della popolazione.