Live Sicilia

Venerdì la presentazione

Il Comune inaugura
il servizio "Taxi Sharing"


comune, palermo, sharing, taxi
L'assessore Marco Di Marco

L'iniziativa prevede di attivare, in via sperimentale, un servizio di condivisione taxi che si muoverà sullo stesso itinerario della linea dell'autobus 101, fino al 31/01/2013 al costo di due euro a persona.

VOTA
5/5
6 voti

PALERMO - Si terrà venerdì 21 dicembre alle ore 11.30 presso Villa Niscemi, a Palermo, la conferenza stampa di presentazione del servizio di "Taxi sharing", nel corso della quale l'Assessore comunale alle Attività produttive, Marco Di Marco, ne illustrerà i dettagli alla stampa. Il progetto rientra in quella serie di iniziative adotatte dall'Amministrazione Comunale al fine di limitare gli effetti negativi dell’utilizzo del mezzo di trasporto privato, tra i quali la sottrazione di spazi pubblici, la congestione, l’inquinamento atmosferico ed acustico che caratterizzano le aree urbane. L'iniziativa prevede di attivare, in via sperimentale, un servizio di condivisione taxi che si muoverà sullo stesso itinerario della linea dell'autobus 101, fino al 31/01/2013. Tutti quegli utenti che sono diretti verso la stessa zona e fino ad esaurimento dei posti disponibili sull'autovettura, potranno condividere lo stesso taxi, per un costo di 2,00 euro per singolo passeggero. Il progetto prevede, inoltre, l'attivazione di un altro servizio di taxi sharing con itinerario stazione centrale, Politeama, via della Libertà, aeroporto Falcone - Borsellino e viceversa, senza aggiunta di supplementi, per un minimo di quattro utenti che intendono condividere lo stesso tragitto, per un costo di 8,00 euro per singolo passeggero.

Le autovetture che effettueranno le corse saranno identificabili, anche a distanza, mediante l'applicazione sul parabrezza anteriore del veicolo di un disco di diametro 12 cm di colore giallo fosforescente con la scritta: "Taxi sharing - Taxi condiviso due euro a persona, Palermo - aeroporto e viceversa otto euro a persona". Nell'eventualità che l'iniziativa abbia esito positivo, l'Amministrazione non esclude l'adozione di un servizio di taxi sharing diversificato, anche in funzione di altre tipologie di intervento, come ad esempio il prelievo di anziani per il tragitto casa/medico/casa di cura oppure per il prelievo, il sabato notte, dei ragazzi che frequentano le discoteche.