Live Sicilia

seconda circoscrizione

Grande Sud perde altri pezzi
Tomaselli si autosospende


Il presidente della Seconda circoscrizione, Antonio Tomaselli, e tre consiglieri di autosospendono da Grande Sud: "E' necessario un chiarimento politico".

VOTA
3.8/5
4 voti

federico, grande sud, greco, guarresi, marchese, tomaselli
PALERMO - Grande Sud perde pezzi. A meno di tre mesi dalle prossime elezioni Politiche, il parito di Gianfranco Micciché registra la seconda importante defezione nel giro di poco tempo: dopo il passaggio al Pdl del presidente della Terza circoscrizione, Antonino Santangelo, stavolta è il turno di Antonino Tomaselli che nei giorni scorsi, insieme ad altri tre consiglieri di quartiere, ha deciso di autosospendersi dal partito.

Una mossa inaspettata, che lascia gli arancioni con un solo presidente di circoscrizione, vista la proclamazione che dovrebbe arrivare a breve di Pietro Gottuso alla Settima dopo una sentenza del Tar che ha ribaltato l’esito delle ultime Comunali.

A seguire Tomaselli sono stati i consiglieri della Seconda Mario Greco, Eugenio Marchese e Giuseppe Guarresi. “Abbiamo inviato una lettera al partito – dice Tomaselli – perché non siamo stati coinvolti in alcune scelte che hanno riguardato questa circoscrizione. Dopo Natale ci sarà un incontro per provare a chiarirci”.

Oggetto del contendere sarebbe l’ingresso a Sala delle Lapidi di Giuseppe Federico che ha spalancato così le porte in Provincia a Salvatore Savoca. Ma non tutti i consiglieri di Grande Sud hanno seguito Tomaselli: il vicepresidente Giovanni Inzerillo e il consigliere Giovanni Di Fazio sono rimasti nel partito, ignari di quanto stesse avvenendo.

“Questo è il sintomo più lampante – dice Federico – di una campagna acquisti già partita in vista delle prossime elezioni Politiche e Provinciali. Non c’era alcun motivo per autosospendersi, Tomaselli ricordi la coalizione che lo ha eletto”.