Live Sicilia

L'accusa: interruzione di pubblico servizio

Proteste dei lavoratori del Coinres,
prosciolti in 50. Ecco i nomi


coinres, imputati, interruzione pubblico servizio, proteste, sentenza, Cronaca

I lavoratori del consorzio che si occupa di raccolta rifiuti nel Palermitano, erano stati rinviati a giudizio a causa delle proteste che vanno avanti ormai da mesi. Il gup Jannelli li ha prosciolti tutti.

VOTA
5/5
1 voto

PALERMO – Il gup di Palermo, Lorenzo Jannelli, ha prosciolto i 50 dipendenti del Coinres, accusati di interruzione di pubblico servizio. La vicenda riguarda le proteste dei dipendenti del consorzio che si occupa della raccolta rifiuti in 21 comuni del palermitano. Le azioni di protesta dei lavoratori, che lamentano il mancato pagamento degli stipendi e la mancanza di presidi di sicurezza e igienici (mascherine, guanti), sono culminate nell'aggressione subita dal sindaco di Bagheria, Vincenzo Lo Meo, lo scorso 28 maggio, e nella richiesta di dimissioni avanzata dai sindacati nei confronti del commissario liquidatore, Silvia Coscienza.

La difesa, rappresentata dai legali Alessia Alessi e Vita Rocca del foro di Palermo, ha evidenziato come nella richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura non fosse chiaramente determinata il luogo e la data in cui il reato sarebbe stato commesso. Gli stessi legali, in una memoria depositata al gup, hanno avanzato anche dubbi circa il compendio delle indagini, “uno scarno carteggio cui, a rigor di logica, può riconoscersi esclusivamente valore di notizia di reato e non anche di fonte di prova”. Si tratterebbe, infatti, “di uno sparuto numero di comunicazioni con cui alcuni soggetti, a vario titolo, denunciano la presunta situazione di carenza del servizio, ma nulla più”.

Ecco l'elenco delle persone prosciolte dall'accusa: Onofrio Arato, Francesco Briguglia, Pietro Calì, Marco Campagna, Antonio Cannata, Nicola Castelli, Alessandro Comito, Salvatore Comparetto, Francesco Costanza, Vincenzo Costanza, Salvatore D'Asta, Angelo D'Amaro, Angelo Di Piazza, Antonino Di Salvo, Carmelo Di Salvo, Giuseppe Di Salvo, Giuseppe Dominici, Fabrizio Gargano, Salvatore Greco, Alberto Grella, Giuseppe La Bianca, Antonino La Licata, Giuseppe Lanza, Salvatore Lo Medico, Giovan Battista Lo Monaco, Benedetto Maggio, Filippo Mannino, Giovanni Mantini, Giuseppe Martorana, Emilio Matera, Antonino Morana, Antonino Nocera, Pasquale Pezzino, Francesco Ramacca, Antonino Ribaudo, Giuseppe Sardina, Ciro Scardina, Sebastiano Sicomoro, Agostino Sorge, Giuseppe Sorci, Salvatore Sorci, Saverio Sorci, Biagio Tomaselli, Alessandro Tomasello, Pietro Tripi, Antonino Tripoli, Cosimo Tripoli, Giovan Battista Valenti, Giovanbattista Viola, Marcello Zappavigna.