Live Sicilia

parla toto cordaro

"Crocetta sia prudente
con i precari"


cordaro, crocetta, pid, precari, regione

Secondo il capogruppo del Pid occorre dare certezze "ai venticinquemila siciliani in attesa di una sistemazione definitiva, evitando annunci che possono causare smarrimento".

VOTA
4.1/5
11 voti

PALERMO - "Ai precari siciliani in forza negli enti locali dobbiamo certamente la proroga dei contratti entro la fine dell'anno. Sui criteri di stabilizzazione e utilizzo invito il presidente Crocetta ad essere prudente prima di proporre soluzioni legate al mondo dell'imprenditoria privata". Lo afferma Toto Cordaro, capogruppo del Cantiere Popolare-Pid all'Ars.

"Ciò non soltanto perché è in atto una situazione che comprime quel settore - aggiunge - ma anche perché nel recente passato la Regione siciliana non ha concesso alcuna tutela alle nostre imprese che sono ancora in attesa della spettanze economiche pregresse per oltre 1,5 miliardi. Il rischio in questo caso sarebbe quello di una norma manifesto senza agganci alla realtà fattuale".

Per Cordaro "è più convincente pensare ad una legge di settore da approvare nei primi mesi del 2013". "Ai venticinquemila siciliani in attesa di una sistemazione definitiva - conclude - dobbiamo dare più certezze ed evitare annunci che possono causare ulteriori incertezze e smarrimento in tante famiglie siciliane".