Live Sicilia

PD, LA CORSA ALLE POLITICHE

I candidati alle primarie
Non ci sono Adragna e Bianco


adragna, agrigento, bianco, caltanissetta, candidati, Catania, enna, messina, napoli, palermo, pd, politiche, primarie, ragusa, siracusa, trapani

Consistente la presenza femminile, soprattutto a Trapani e Agrigento. Oltre agli uscenti Adragna e Bianco ha ritirato la propria candidatura il coordinatore esecutivo regionale Enzo Napoli: "È un atto di responsabilità politica". A Messina in pole il ticket Genovese-Modica. A Palermo c'è Mattarella.

VOTA
1.8/5
6 voti

PALERMO –
Prende forma l'organico dei candidati alle primarie del Partito Democratico in Sicilia, con una presenza femminile che dovrebbe attestarsi attorno al 50 per cento. La sorpresa dell'ultimora è la mancata presentazione del senatore Benedetto Adragna. Non sarà al via nemmeno il coordinatore esecutivo regionale Enzo Napoli, che motiva così la sua decisione: “Ho rinunciato, nonostante il sostegno di tanti e amici e compagni che ringrazio, a candidarmi alle primarie. Il senso di responsabilità verso l'area in cui, sino ad oggi, ho compiuto il mio percorso politico, mi ha indotto ad evitare inutili contrapposizioni”.

A ridosso della Valle dei Templi da record la presenza femminile, con ben otto donne in elenco, rispetto agli appena cinque uomini. Ci sono la sambucese Antonella Maggio e la riberese Filippa Garuana, ma anche Maria Iacono, Sabrina Mangione, Tiziana Russo, Giovanna Iacono, Marcella Militello e Angela Galvano. In quota blu invece si presentano l'uscente Angelo Capodicasa, Daniele Camilleri, Tonino Moscatt e Giuseppe Sinesio. Non sarà in corsa, invece, Vincenzo Marinello, che ha ritirato in extremis la candidatura.

A Palermo la novità è l'inserimento della diciottesima candidata, si tratta di Rosa Faragi, docente universitaria nativa di Prizzi, già assessore comunale nella sua città. Ci sarà invece Bernardo Mattarella. "Mi sono state attribuite dichiarazioni non mie riguardanti una nota pubblicata da Tonino Russo" dice Mattarella, che ha comunque confermato che sarà regolarmente in corsa per un posto in parlamento.

A Catania, invece, come preannunciato non c'è Enzo Bianco. Saranno invece in corsa gli uscenti Marilena Samperi, Giovanni Burtone e Giuseppe Berretta. Proverà il salto fra Montecitorio e palazzo Madama l'ex deputato regionale Giovanni Barbagallo, così come Tania Spitaleri, Luisa Amandella e la renziana Amanda Catania. Solo sette dunque i candidati che hanno presentato la propria candidatura.

A Messina il ticket in pole position è quello formato da Francantonio Genovese e Liliana Modica, entrambi dell'area “Innovazioni”. Da Patti si candida Maria Tindara Gullo. In corsa Alessandro Russo, Antonio Saitta, Luciana Intelisano, Giuseppe Occhino e l'insegnante Lucia Tarro. Non c'è invece Maria Flavio Timbro, a favore della cui candidatura si erano esposti diversi giovani della provincia.

A Ragusa saranno dieci le personalità del Pd in lista, a partire dalle ex consiglieri provinciali Angela Barone, Venerina Padua e Maria Licitra. Ci sarà l'ex senatore Gianni Battaglia, oltre a Giorgio Massari. In corsa il presidente del circolo di Vittoria Salvatore Di Falco, il presidente del circolo di Comiso Gigi Bellassai e l'esponente del partito ad Ispica Roberto Roccuzzo. Come annunciato in lista il sindaco di Modica, Antonello Buscema.

Il nome principale nella provincia trapanese è quello di Nino Papania. Oltre a lui si giocheranno un posto in lista per la Camera ed il Senato anche Pamela Orrù, Giuliana Zerilli, Anna Maria Angileri, Rosaria Rallo, Marina Militello, Daniela Toscano, Dario Safina e Ninni Romano.

Sono quattro i nomi inseriti nelle liste per le primarie a Enna. Su tutti l'uscente Vladimiro Crisafulli, alle cui spalle ci sono tre esponenti del partito in provincia: Maria Greco, avvocato di Agira; Fabio Arena, segretario del Pd a Valguarnera; Katia Rapè, segretario del Pd a Villarosa.