Live Sicilia

IL PRESIDENTE DI CONFARTIGIANATO

Artigiani abusivi, Reina:
"Non ho timori nel denunciarli"


La proposta di Nunzio Reina per fronteggiare l'abusivismo nell'esercizio della professione artigiana, che crea concorrenza sleale, è di quelle che faranno discutere: "Segnalateci i trasgressori in forma anonima, li denuncerò io, personalmente".

 

VOTA
3.9/5
9 voti

abusivismo, artigianato, Confartigianato, imprese, nunzio reina, palermo, Palermo
Nunzio Reina
PALERMO - Da parte di Confartigianato Imprese è guerra aperta all'abusivismo. Il presidente dell'Organizzazione degli artigiani di Palermo, Nunzio Reina, si è a tal proposito reso promotore di un'iniziativa quantomai singolare per fronteggiare l'omertà e la paura che spesso spinge i cittadini a non denunciare quanti mandino avanti illegalmente la propria attività. Sarà lui, in prima persona, a denunciare i trasgressori.

In occasione, infatti, di un'opreazione della guardia di Finanza che si è conclusa con la denuncia di due titolari di officine automobilistiche abusive tra Palermo e Catania, Reina, nel complimentarsi con le autorità ha lanciato la proposta. "In molti - dice - si accontentano di subire l'esercizio abusivo della professione artigiana e la concorrenza sleale che questi compiono nei confronti di chi, invece, paga regolarmente e con non poca fatica le tasse. Il fenomeno dell'abusivismo è in crescita. Delle quasi tremila attività regolari chiuse negli ultimi due anni sono diverse quelle che hanno continuato a lavorare senza avere le carte in regola".

"La nostra - continua Reina - non è una caccia agli abusivi, ma il desiderio che tutti possiamo mandare avanti la nostra attività dovendo essere soggetti alle stesse regole. Non si può solo ricevere senza dare. Non ho timore a presentare le denunce, già lo scorso anno abbiamo denunciato 14 parrucchieri abusivi ed abbiamo dato vita a due manifestazioni alla Camera di Commercio. E' sufficiente mandare una nota a Confartigianato Imprese in cui si segnala l'abusivo, ed il presidente si farà portavoce di questa denuncia anonima con le autorità".