Live Sicilia

Scontro auto-pullman

Tragedia nel Reggiano
Incidente stradale, 4 morti


Lo scontro a Codemondo, frazione di Reggio Emilia. Nulla da fare per tre uomini e una donna di origine nigeriana. Il pullman rientrava da una discoteca (foto d'archivio).

VOTA
0/5
0 voti

incidente stradale, reggio emilia
REGGIO EMILIA - Sono quattro i morti e sei i feriti coinvolti nella notte tra Natale e Santo Stefano in un incidente stradale tra due auto e un pullman, presso Codemondo, una frazione di Reggio Emilia. Ancora al vaglio della polizia municipale la dinamica dell'incidente. Non c'è stato nulla da fare per i quattro giovani, tre uomini e una donna di origine nigeriana, trasportati poi all'obitorio di Coviolo, vicino Reggio Emilia. I sei feriti sono stati portati, invece, dalle ambulanze del 118 all'ospedale Santa Maria Nuova. Secondo le prime ricostruzioni il pullman rientrava da una discoteca. La strada che collega Reggio Emilia e Cavriago è stata chiusa al traffico.

Ed è grave il bilancio complessivo delle vittime di incidenti stradali in queste festività natalizie: tredici tra la vigilia e il giorno di Natale. L'incidente più grave ha coinvolto un'intera famiglia composta da padre di 40 anni, madre di 33 e figlia di 6 anni , uccisa in uno scontro frontale tra due Bmw. Ferito ma non in condizioni gravi il conducente della seconda auto. Quattro persone sono morte nel Salento in due diversi incidenti stradali. Una è rimasta ferita. Le vittime sono rispettivamente due coniugi di 85 e 81 anni, coinvolti in uno scontro frontale, e due ragazzi di 20 e 21 anni, a bordo di una Jaguar ribaltatasi dopo aver centrato un muretto. A La Verza, in provincia di Piacenza, due fratelli di 19 e 21 anni si sono schiantati contro il muro di una casa sulla statale 45. E' morto sul colpo il più giovane, mentre il maggiore poche ore dopo il ricovero in ospedale. In provincia di Ancona, a Numana, una giovane ha travolto un 79 enne e si è allontanata dal luogo dell'incidente lasciando la propria auto. La ragazza, accompagnata qualche ora dopo dal padre alla caserma dei carabinieri, è accusata di omicidio colposo e omissione di soccorso.