Live Sicilia

L'episodio a Terme Vigliatore

Una lite, poi l'accoltellamento
Muore tunisino nel Messinese


Mohamed Said è stato assassinato con una coltellata al torace al culmine di una lite. Ad ucciderlo sarebbe stato un suo connazionale di 32 anni, Arefet Ben Hamza, che è stato fermato.

VOTA
1.5/5
2 voti

omicidio, TERME VIGLIATORE, tunisino, Messina, Cronaca
Arefet Ben Hamza
TERME VIGLIATORE (MESSINA) - Mohamed Said,41 anni, tunisino, è morto per una coltellata al torace inferta da un connazionale, Arefet Ben Hamza, 32 anni. L'omicidio è avvenuto a Terme Vigliatore, in provincia di Messina. Ben Hamza è stato arrestatato dai carabineri della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, "in evidente stato di alterazione psicofisica". Ed era totalmente ubriaco alle 22 di ieri sera, quando è entrato in un bar del centro tirrenico. Lì anche Said. Tra i due connazionali è iniziata un’animata discussione per futili motivi. Poi i due sono usciti dal locale ed hanno proseguito all'esterno, in via Orazio Costantino, la lite.

Dalle parole, uno dei due è passato ai fatti. Il trentaduenne ha estratto un coltello ed ha colpito il rivale al torace. Un solo colpo e Mohamed Said è crollato a terra. E' morto poco dopo. L'allarme ai carabinieri è stato lanciato da alcuni abitanti della zona. Al loro arrivo i militari del nucleo radiomobile hanno scoperto il cadavere del 41enne e, poco distante dal luogo dell’omicidio, anche un grosso coltello, sottoposto a sequestro. In una via poco distante, è stato rintracciato l'omicida, che risulta domiciliato a Terme Vigliatore ed è già noto alle forze dell’ordine. E' stato arrestato per omicidio volontario.