Live Sicilia

Policlinico di Messina

Due neonati morti in un giorno
La Procura apre un'inchiesta


Il bimbo di un giorno aveva problemi respiratori. La bimba di 12 giorni uccisa probabilmente da un'infezione virale. Entrambi erano ricoverati al Policlinico. Aperte le indagini dopo le denunce dei genitori.

VOTA
1.8/5
5 voti

messina, neonati morti, policlinico, Cronaca, Messina
MESSINA - Due neonati morti al Policlinico di Messina, due inchieste aperte dalla Procura. Il primo caso è quello del piccolo Simone Sabato,  morto, per arresto cardiorespiratorio, al reparto di Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico. Simone, nato il 23 dicembre in una casa di cura di Catania,  già poco dopo la nascita ha accusato problemi respiratori. Trasportato d'urgenza all’ospedale Piemonte, si aggrava. Da qui l'immediato trasferimento alla Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico, dove viene intubato. Muore all'alba del 25 dicembre. Sulla cartella clinica si legge che il decesso è avvenuto per arresto  cardiorespiratorio. Immediata la denuncia da parte dei genitori e l'apertura di un'inchiesta da parte della Procura. I carabinieri hanno già sequestrato la documentazione relativa ai tre ricoveri nelle diverse strutture ospedaliere nelle quali il piccolo Simone è stato ricoverato nei suoi due giorni di vita. A breve sarà disposta l’autopsia.

Un’enterocolite necrotizzante, dovuta probabilmente a un’infezione virale, ha provocato l’occlusione intestinale che ha determinato il decesso della piccola Laura, di 12 giorni. La neonata è morta nella notte tra il 25 e il 26 Dicembre al Policlinico. Sul caso è stata aperta un’inchiesta della Procura, dopo la denuncia dei genitori della bimba. Nata prematura il 14 Dicembre, dimessa dall’ospedale, Laura è tornata a casa con la mamma, ma ha manifestato, sin da subito, difficoltà ad alimentarsi. La piccola, che presentava un addome rigonfio e perdite di liquido da bocca e naso, è stata trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso pediatrico e ricoverata in Terapia Intensiva. Diagnosticate le cause (necrosi del tratto intestinale), è stata sottoposta a intervento chirurgico con asportazione di 30 cm di intestino. Tentativo vano che non è servito a salvarle la vita. Anche per lei l'autopsia dovrà chiarire le cause del decesso.