Live Sicilia

La scelta di Piero Grasso

"Lascio la magistratura, ho agito con dignità
Non mi candido in Sicilia anche se mi dispiace"


bersani, candidatura, grasso, Politica
La conferenza stampa

Piero Grasso in conferenza con Pierluigi Bersani presenta la sua candidatura. "Ho preso una decisione sofferta e radicale. Lascio la magistratura. Non mi candido in Sicilia per una questione di stile".

VOTA
2.5/5
22 voti

ROMA- Si è chiusa la conferenza stampa congiunta del neo candidato Pd, Piero Grasso, e del segretario Pierluigi Bersani. Grasso si è presentato ai giornalisti nella sua nuova veste: "E' stata una decisione sofferta e radicale. Ho fatto il magistrato, credo, con dignità. E mai all'ombra del potere. Per una questione di stile ho chiesto di non candidarmi in Sicilia, la mia terra. E mi dispiace perché vorrei poterla aiutare". A una domanda su possibili incarichi di governo in un esecutivo del centrosinistra, Grasso ha risposto: "Non mi pongo il problema di diventare ministro. Porto avanti le mie idee".

"Ho deciso di candidarmi anche per il mio nipotino - ha detto il procuratore - mi chiedo che futuro avrà". Una domanda, che non poteva mancare, su un rapporto futuribile con Antonio Ingroia, anche lui candidato a un posto in Parlamento. "Ingroia è un collega valoroso - ha detto il procuratore - io ho sempre difeso i magistrati antimafia. Sono pronto al confronto con tutti".

La nostra diretta

13.05. "Ho fatto il magistrato con dignità e non all'ombra del potere".

12.50. "Per una questione di stile ho chiesto di non candidarmi in Sicilia. Ho scelto di lasciare la magistratura".

12.44. "Non mi pongo il problema di diventare ministro della Giustizia. Porto avanti delle idee".

12.23. Grasso risponde a una domanda su Ingroia: "I problemi di Ingroia non sono i miei. Io sono sempre uno che ha difeso il lavoro dei magistrati, soprattutto quello dei magistrati antimafia. Ingroia è un collega valoroso. Abbiamo bisogno di schiene dritte. Se fossi in Parlamento con Ingroia, non posso che augurarmi di seguire la stessa strada".

12.15. "Il mio ingresso in politica è una decisione radicale e sofferta".

12.11. "Ci sono illusionisti che speculano sulla buonafede della gente. Nemmeno la mafia si fida più della politica. Ho fatto il magistrato e adesso mi sposto. Porterò lo stesso impegno in politica".

12.08. "Il problema morale è il problema essenziale di questo Paese".

12.03. "Ho deciso per il mio nipotino. Mi sono chiesto: che futuro avrà? Il Pd mi ha offerto un panorama certo".

11.57. Grasso: "Mi hanno contattato per fare il sindaco di Palermo e il governatore e ho detto sempre di no".

Piero Grasso, neo candidato Pd e Pierluigi Bersani, segretario Pd, in conferenza stampa. Il link.