Live Sicilia

India

Morta la ragazza aggredita
e stuprata su un autobus


E' morta dopo due settimane di lotta per la vita la giovane studentessa indiana violentata da sei uomini, colpita a sprangate e gettata da un autobus in movimento. Il ministro indiano ha presentato le sue condoglianze a nome di tutta l'India.

VOTA
0/5
0 voti

autobus, india, morta, ragaza, stuprata
NEW DELHI - Non c'è stato nulla da fare per la giovane studentessa indiana che due settimane fa era stata vittima di uno stupro feroce da parte di sei uomini su un autobus di New Delhi. La ragazza era stata aggredita lo scorso 16 dicembre ed era stata subito portata all'ospedale della città. Nonostante i soccorsi immediati e tre operazioni per ferite intestinali, le sue condizioni continuavano a restare gravi. E' stata così trasferita presso l'ospedale di Singapore lo scorso 26 dicembre, data in cui, secondo il bollettino medico, risultava essere in condizioni sempre più gravi, nonostante gli interventi di assistenza alla respirazione e alle grandi dosi di antibiotici e antivirali.

La studentessa viaggiava  a bordo dell'autobus insieme al fidanzato, un ingegnere informatico 28enne, al ritorno dal cinema. Dopo aver colpito brutalmente il giovane, i sei aggressori, tra i quali era presente anche il conducente del bus, hanno violentato la studentessa per oltre un'ora, colpendola con sbarre di ferro e gettandola dal mezzo in movimento. Dopo il decesso della ragazza, i sei aggressori sono stati accusati di omicidio.

La famiglia della giovane, rimasta al suo capezzale fino all'ultimo istante, ha espresso la volontà di riportare i resti della salma in India. L'ambasciatore indiano Raghavan ha riferito che i familiari si trovavano in uno stato di prostrazione ma hanno manifestato la speranza che una vicenda come questa possa contribuire a rendere l'India un posto più sicuro per le donne.

Il ministro indiano Manmohan Singh ha fatto le sue condoglianze alla famiglia a nome di tutta l'India mentre il presidente della repubblica Pranab Mukherjee ha aggiunto che la giovane ha manifestato una grande forza e il suo coraggio, lottando per vivere fino all'ultimo minuto.