Live Sicilia

I risultati

Sel, ottomila alle primarie
Palazzotto è il più votato


Al Senato si affermano Anna Bonforte e Raffaele Gentile, ex sottosegretario del governo Prodi. Alla Camera primi Palazzotto e Pulizzi in Sicilia occidentale, Chiofalo e Martino in Sicilia orientale

VOTA
3.3/5
6 voti

palazzotto, primarie, sel, speciale primarie, Politica
PALERMO – Per la prima volta Sinistra, Ecologia e Libertà si apre ai suoi elettori per la scelta dei candidati da inserire in lista per le prossime elezioni politiche. Quasi quattrocento seggi con oltre cinquecento volontari sparsi per l'Isola hanno raccolto i consensi di attivisti e simpatizzanti, premiando il segretario regionale Erasmo Palazzotto e l'insegnante marsalese Roberta Pulizzi nella Sicilia occidentale,il sindacalista barcellonese Salvatore Chiofalo e la precaria Sofia Martino in quella orientale. Al Senato i più votati sono Anna Bonforte e Raffaele Gentile.

Sono circa ottomila gli elettori siciliani che hanno espresso il proprio voto sulle schede prestampate del partito di Nichi Vendola, che fornisce una buona prova di compattezza dopo qualche polemica della vigilia. Per il collegio Sicilia 1 (Trapani, Palermo, Agrigento e Caltanissetta) primo dei votati Erasmo Palazzotto, unico in regione fra i candidati alla Camera a sfondare quota duemila. Dietro di lui Roberta Pulizzi e l'ex deputato dei Verdi Massimo Fundarò. Quarte la nissena Monia Cassarà e l'insegnante di Sciacca Giovanna Triassi.

Nel collegio Sicilia 2, che include le province di Messina, Catania, Ragusa, Enna e Siracusa il più votato è il sindacalista della Cgil Salvatore Chiofalo, di Barcellona Pozzo di Gotto. Fra le donne si afferma l'insegnante precaria messinese Sofia Martino, che stacca Marina Di Giovanni, dirigente del partito a Siracusa; entrambe vicine a quota mille preferenze. Il consigliere comunale di Lentini Saverio Bosco è secondo fra gli uomini, ottenendo poco meno di mille voti.

Al Senato prima fra le donne Anna Bonforte, catanese con esperienze nel forum per l'acqua ed i beni comuni. Dietro di lei la messinese Mamy Costa. Fra gli uomini si afferma il siracusano Raffaele Gentile, ex sottosegretario del governo Prodi, che raccoglie oltre duemila voti. Parecchio vicini invece Antonio Rinciani e Andrea Carbone, tutti e due vicini alle 1500 preferenze.