Live Sicilia

La replica di Crocetta

"Ferrandelli scambia
lucciole per lanterne"


Polemica sul Muos. Dopo l'attacco di Ferrandelli, Crocetta risponde. A tono. E il deputato del Pd ribatte. La controreplica di Ferrandelli.


crocetta, ferrandelli, muos, Politica
Il governatore, Rosario Crocetta
PALERMO-  Il presidente Crocetta risponde a stretto giro di posta a Fabrizio Ferrandelli: "La notizia che il governo regionale avrebbe revocato il ddl sul Muos, annunciata dall'onorevole Ferrandelli, è totalmente falsa e priva di ogni fondamento. Il segretario di giunta ha inviato infatti all'Ars tale ddl il 26 luglio e, nella stessa giornata, il segretario generale Patrizia Monterosso, d'ordine del presidente, ha richiesto la trattazione prioritaria al presidente dell'Ars. Non sappiamo quindi di quali fantomatici ritiri parli Ferrandelli, probabilmente, l'onorevole ha confuso la segreteria di Palazzo dei Normanni, cioè dell'Ars, con quella di Palazzo d'Orleans, ovvero del governo, o probabilmente lo stesso non sa che esistono due segreterie differenti, che hanno ruoli e rappresentanti diversi. Ferrandelli chiedesse scusa al governo per l'attacco totalmente ingiustificato e risolvesse all'interno del dibattito parlamentare le questioni che vengono poste dalla segreteria generale dell'Assemblea Regionale Siciliana".

La controreplica di Ferrandelli
"Il presidente Crocetta non può non sapere che non è lui che può avviare o sospendere la calendarizzazione dei ddl (facoltà esclusiva di Palazzo dei Normanni). O vorrebbe fare pure questo? Quindi sta distraendo. Io parlo di un atteggiamento a zig zag del governo da lui presieduto sulla vicenda Muos. Revoche, revoche delle revoche... Scambio lucciole per lanterne? A me sembra di distinguere molto bene le lucciole e le lanterne, le luci e le ombre!", scrive su Facebook Ferrandelli, pubblicando la revoca della segreteria generale dell'Ars. Sempre sul social network Crocetta pubblica invece il ddl del governo. E la polemica continua.