Live Sicilia

La polemica

Figuccia fuori dall'Mpa
"Aderirò a Forza Italia"


Accuse di trasformismi, ripicche, veleni. E la polemica è servita.


ars, di mauro, figuccia, forza italia, Mpa, pds, Politica
PALERMO - Vincenzo Figuccia entra ufficialmente a far parte di Forza Italia. Anche se ancora non esiste, almeno non ufficialmente, il gruppo parlamentare dei berlusconiani al parlamento regionale. Era un paio di giorni, racconta l'ex autonmista, che ne parlava con il suo ex capogruppo Roberto Di Mauro, presidente del Pds all'Ars. Ma oggi - dice Figuccia - "dopo averlo annunciato anche all'ex presidente Raffaele Lombardo, hanno deciso di precedermi e buttarmi fuori prima ancora che potessi dimettermi io stesso".

"Una decisione irrevocabile - afferma Di Mauro - faccia quello che vuole, Figuccia, e se ne vada in Forza Italia. Dico solo che questo non è fare politica, non dopo la battaglia personale che ho portato avanti per farlo eleggere vicepresidente della commissone Affari istituzionali, che adesso dovrà esaminare un testo importante come quello sulla riforma delle provincie". Le parole del capogruppo del Pds-Mpa sono molto dure: il giovane parlamentare passato con i berlusconiani, per lui, "ha cercato nuove sponde per convenienze personali".

Ma Figuccia non ha rimorsi. "Non ho fatto nulla di sbagliato - dice a Livesicilia - anzi: sono giorni che parlo con i miei ex colleghi di gruppo della mia decisione, e stasera Di Mauro fa finta di non averne saputo nulla, finora. Il mio percorso con Forza Italia - spiega, invece - è cominciato già qualche settimana fa, quando mi sono recato a Roma all'Assemblea nazionale, e dove proprio Silvio Berlusconi mi ha detto di volermi in prima linea e di raccordarmi, per qualsiasi cosa, con Vincenzo Gibiino".

Perché, secondo le voci, dovrebbe essere proprio il senatore catanese Gibiino la nuova guida dei forzisti siciliani. E Figuccia è deciso anche lui: il suo nuovo percorso è con Berlusconi, ed è appena iniziato.