Live Sicilia

L'affondo

Cracolici: "Si indaghi
sulle parole di Marino"


L'ex capogruppo: "Il Crocetta-bis è figlio del caos. Io alle Europee? Discorso chiuso. Dall'ex assessore affermazioni rilevanti, non mi stupirei se qualcuno a palazzo di giustizia aprisse un fascicolo".

VOTA
4.7/5
3 voti

PALERMO - Antonello Cracolici ha riunito questo pomeriggio i suoi sostenitori in un albergo palermitano, a 48 ore dalla decisione della direzione nazionale del Pd di escludere il suo nome dalla lista per le europee. "Per la prima volta - ha detto - nella formazione delle liste il Pd esclude una candidatura per 'motivi di equilibrio': credo che questa decisione potrà lasciare una ferita profonda. Oggi la vicenda della mia candidatura è un capitolo chiuso: anche se non è dipeso da me, chiedo scusa a nome del Pd ai tanti sostenitori che si erano già impegnati per questa campagna elettorale. Ma a loro dico di conservare le energie perché ne abbiamo bisogno, sia per il nostro voto alle europee che qui: da oggi ho molto più tempo per dedicarmi a quello che succede in Sicilia, all'Ars e dentro il governo. Adesso inizia un percorso nuovo, e voglio dirlo chiaramente: non siamo disposti a portare il cervello all'ammasso, se sarà necessario lavoreremo per  una costruire una prospettiva diversa per il governo di questa Regione. Abbiamo il dovere di dare risposte ai tanti siciliani che vogliono risultati concreti, non chiacchiere".

Sul Crocetta-bis, Cracolici ha detto: "Nel momento in cui Crocetta ha scelto lo strappo e ha dato vita al cosiddetto 'governo del presidente' - ha aggiunto - ha bloccato tutto. Quando non c'è un progetto politico, quando si opera solo in funzione dei destini personali, allora c'è il caos: e questo governo è figlio del caos. Adesso vedremo - ha proseguito Cracolici - se il presidente della Regione saprà correggere profondamente la rotta e dare le risposte che servono alla Sicilia. Ma se Crocetta non sa dare altre risposte rispetto a quelle del 'circo Barnum dell'antimafia', se non sa andare oltre la politica dell'apparenza e dei comunicati stampa, allora non si andrà lontano".

Infine, a proposito delle recenti dichiarazioni di Nicolò Marino rilasciate nel corso di un’intervista al quotidiano online LiveSicilia, Cracolici ha detto: "Marino ha detto cose importanti. Ha parlato dell'affare dei termovalorizzatori contro il quale mi sono battuto, e degli interessi che ruotano attorno alle discariche: alla luce di queste dichiarazioni, fatte da un ex assessore che oltretutto è un magistrato, non mi stupirei se in qualche Palazzo si decidesse di aprire un fascicolo".