Live Sicilia

Palermo

Sanità, appalti e inchieste
La Borsellino in Procura


inchieste, lucia borsellino, palazzo di giustizia, palermo, pubblici ministeri, regione siciliana, sanità, Cronaca, Palermo
L'assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino

L'assessore regionale alla Sanità incontra i pubblici ministeri. Ai cronisti si limita a dire di avere portato ”un'integrazione su un'indagine in corso”.

VOTA
4.2/5
5 voti

PALERMO - Alle 14 Lucia Borsellino entra nella stanza del procuratore aggiunto Leonardo Agueci. Un saluto veloce dopo che per circa un'ora l'assessore regionale alla Sanità si era confrontata con il pubblico ministero Luca Battinieri. Cosa si siano detti resta top secret.

La Borsellino si ferma a parlare con i cronisti, ma si limita a dire di avere portato "un'integrazione su un'indagine in corso". Quale? “Sono diversi i fronti di collaborazione con la Procura. Non posso aggiungere altro”. Poi, lascia gli uffici al secondo piano del Palazzo di giustizia. Cosa c'era di tanto urgente da discutere mentre in un altro palazzo, quello che ospita l'Assemblea regionale siciliana, era in corso l'approvazione della Finanziaria? Luca Battinieri si occupa, tra le altre, dell'indagine sugli interventi eseguiti all'ospedale Villa Sofia di Palermo dal primario Matteo Tutino. È l'inchiesta che nei mesi scorsi portò alle dimissioni del manager Giacomo Sampieri.

Ci sono, però, tante altre indagini in corso che riguardano la sanità siciliana. Il pool di magistrati che si occupano di pubblica amministrazione, coordinati dall'aggiunto Agueci, stanno passando al setaccio una serie di appalti. Non solo quello per acquisto dei pannoloni che travolse il magistrato ed ex manager dell'Asp 6 Salvatore Cirignotta. L'assessore Borsellino non si scompone  - “se dovesse servire sarei qui anche a Ferragosto” - ma la sua presenza alle 14 in un palazzo praticamente deserto non poteva e non può passare inosservata.