Live Sicilia

Quartieri

Borgo Vecchio Factory
Murales pensati dai bambini


borgo vecchio, Cronaca

Il progetto si chiama "Borgo Vecchio Factory", è un laboratorio di pittura creativa per bambini (foto da Facebook)

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il progetto si chiama "Borgo Vecchio Factory", è un laboratorio di pittura creativa per bambini e nasce come prosecuzione di “Frequenza 200”, esperienza intrapresa nel 2012 da Arteca Onlus e Per Esempio Onlus nel quartiere Borgo Vecchio di Palermo. L'iniziativa è stata realizzata a Borgo Vecchio, rione abitato per la maggior parte da famiglie con gravi difficoltà economiche. Con un tasso di disoccupazione del 40%, un diffuso analfabetismo e un insufficiente livello di scolarizzazione, il quartiere - si legge nella pagina web dell'iniziativa - vive un’evidente condizione di esclusione sociale causata dalla mancanza di servizi e un elevato tasso di criminalità.

Il laboratorio Frequenza 200, in collaborazione con lo street artist Ema Jons, ha coinvolto 20 bambini e ragazzi, tra i 5 e i 15 anni, proponendo laboratori artistici doposcuola. I disegni e i dipinti prodotti durante i laboratori sono stati utilizzati poi come bozzetti per dei murales realizzati a più mani sui prospetti delle case del quartiere. L’iniziativa ha stimolato l’intera comunità a riflettere sui propri luoghi e a vederli con occhi nuovi per rivalorizzarli e rivalutarli. La realizzazione di un’opera d’arte “pubblica” ha infatti il merito di mettere tutti nelle condizioni di agire concretamente sul proprio contesto quotidiano, far riacquisire una rinnovata consapevolezza delle proprie capacità e smorzare così la mancanza di fiducia in se stessi. L’obiettivo di Borgo Vecchio Factory è di riproporre il progetto per altri sei mesi, a partire da novembre 2014, coinvolgendo nuove famiglie e nuovi spazi.