Live Sicilia

Cgil Cisl e Uil

"Precari, grave la mancata proroga
Nello sconforto 24 mila famiglie"


cgil, cisl, enti locali, precari, uil

I sindacati attaccano il presidente Crocetta e il governo: "Con quale stato d'animo brinderanno al nuovo anno, sapendo che tante persone proprio in quelle ore si troveranno senza un lavoro?".

VOTA
3.8/5
4 voti

PALERMO - “Come sempre questo governo arriva fuori tempo massimo. Evidentemente non ha a cuore le sorti di 24 mila famiglie siciliane”. Lo dichiarano i segretari generali Michele Palazzotto (Fp Cgil), Gigi Caracausi (Cisl Fp) ed Enzo Tango (Uil Fpl) dopo la notizia della mancata approvazione, nella seduta di oggi all'Ars delle proroghe per i precari degli enti pubblici siciliani.

“Un fatto gravissimo – insistono i sindacalisti – siamo fortemente indignati. Ci chiediamo con quale stato d'animo governo e deputati trascorreranno il prossimo veglione di capodanno, mentre migliaia di siciliani, proprio in quelle ore, si ritroveranno senza un lavoro. Lasciando tra l'altro in enormidifficoltà Comuni, Province ed altri enti di grande importanza per l'Isola. Adesso basta, chiediamo a questo governo di lavorare seriamente al futuro di queste persone. E' necessaria l'attivazione della cabina di regia che invochiamo da anni e che metta attorno a un tavolo tutti i diretti interessati finché non verrà trovata la soluzione definitiva. In caso contrario siamo pronti– concludono Palazzotto, Caracausi e Tango – a una mobilitazione costante, a una manifestazione di protesta ogni 7 giorni”.