Live Sicilia

Palermo

Opuscoli incitavano alla violenza
Cinque indagati


La Procura li accusa di aver istigato atti di violenza "con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La Procura di Palermo ha chiuso le indagini su un gruppo di presunti anarchici accusati di aver istigato atti di violenza "con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico". Sono indagati Mariangela Vella, Fabio Sgarbul, Michele Vaccaro, Kevin Giacalone e Chiara Bonomo. Tra il 2011 e il 2013 avrebbero affisso manifesti, distribuito volantini e pubblicato opuscoli che avrebbero incitato alla violenza, suggerendo la distruzione di caserme, carceri, tribunali e sistemi di sorveglianza, burocrazia e istituzioni. Alcune delle pubblicazioni erano anche contro il Muos di Niscemi (Cl) e incitavano ad attaccare la base americana. L'indagine è condotta dal pm Gery Ferrara.