Live Sicilia

Palermo

"Rifiuti, più multe per chi sbaglia
Cittadini devono collaborare"


Bertolino (Mov139): "Usiamo il personale di Palermo Ambiente".

VOTA
0/5
0 voti

Francesco Bertolino
PALERMO - Aumentare le multe per chi getta i rifiuti fuori orario o in strada. A proporlo è il consigliere comunale del Mov139 Francesco Bertolino. "Dopo aver ereditato due aziende fallite, Amia e Gesip, in questi anni l'Amministrazione ha portato avanti un percorso di rinascita e risanamento delle due aziende con le nuove Rap e Reset. Entrambe le due partecipate finalmente iniziano, grazie a una riorganizzazione, a nuovi investimenti e a una corretta gestione, a dare segnali positivi sui servizi offerti alla cittadinanza. Certamente persistono criticità, ma ritengo che siamo in una fase di netto miglioramento. Rispetto al tema della pulizia della nostra città è utile sottolineare che, per quanto possa esserci una seria e corretta amministrazione, non andiamo da nessuna parte se i cittadini non collaborano. E' sempre più frequente osservare cassonetti vuoti, e quindi un servizio reso da parte della Rap, e dietro ingombranti abbandonati (materassi, frigoriferi, armadi) pur avendo istituito un numero gratuito di ritiro ingombranti a domicilio; capita purtroppo troppo spesso notare sacchetti di immondizia abbandonati nei marciapiedi di zone interessate ormai da anni dalla raccolta porta a porta differenziata. Tutto ciò è inaccettabile. Capita giornalmente a noi amministratori di essere sollecitati a migliorare i servizi resi dalle società partecipate, ed è giusto che sia così, ma è anche arrivato il momento di dare un segnale forte a chi non rispetta le basilari regole di convivenza civile... Infatti ormai da tempo è pronta la proposta di poter potenziare il servizio di controllo con il personale di Palermo Ambiente e, nello stesso tempo, aumentare le sanzioni previste (ad oggi davvero irrisorie) per chi non rispetta le regole di conferimento rifiuti. Mi auguro che tutto ciò possa trovare a breve una soluzione affinché si possa lanciare un messaggio chiaro, che il rispetto del decoro urbano coinvolge tutti, e una città pulita dipende da ciascun cittadino".