Live Sicilia

L'iniziativa

Personaggi storici a portata di Qr
Palermo si scopre col telefono



Orlando e Grasso inaugurano il progetto nato da un'idea del consigliere Bertolino.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Questa mattina, il sindaco Leoluca Orlando insieme al Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inaugurato, in via Libertà all'altezza di piazza Ruggero Settimo, il progetto sperimentale 'Le vie della memoria', che prevede la collocazione di codici Qr nei luoghi e nelle strade intitolate a personalità della storia palermitana. Tramite i codice ed utilizzando degli smartphone, si potrà accedere alle informazioni storico-biografiche relative ai personaggi cui i luoghi sono intitolati.

Il progetto - nato da una mozione approvata dal Consiglio Comunale su proposta del consigliere Francesco Bertolino - prevede il coinvolgimento degli studenti dell'Istituto comprensivo Politeama, di cui fanno parte anche i plessi Federico II e Archimede. Le schede dei personaggi a cui sono intitolate le vie cittadine sono state realizzate dagli studenti di questi Istituti e sono visualizzabili sul sito del Comune di Palermo (www.comune.palermo.it) a cura dell'Ufficio Webmaster con la collaborazione di Sispi. "Da palermitano - ha dichiarato il Presidente del Senato, Pietro Grasso – ho aderito con entusiasmo a questo iniziativa che ritengo utile per far conoscere meglio la nostra città e i tanti personaggi illustri che hanno un riconoscimento nella toponomastica cittadina. E' uno strumento importante innanzitutto per i ragazzi e tutti i cittadini di Palermo ma e anche per i turisti". “Oggi - afferma il sindaco Leoluca Orlando - uniamo virtualmente e materialmente il passato e il futuro. Grazie alle nuove tecnlogie rendiamo più accessibili le informazioni su personaggi ed eventi della nostra storia e grazie alla curiosità e l'interesse che le tecnologie suscitano nei giovani, li stimoliamo a conoscere e trasmettere il nostro passato". Agli studenti delle scuole che cureranno le schede informative e ai docenti che ne coordineranno il lavoro ha rivolto un ringraziamento anche l'assessora alla Scuola, Barbara Evola, oggi presente alla cerimonia.