Live Sicilia

La convention

Torna l'Mpa, c'è Lombardo
Autonomisti a Enna per ripartire


autonomisti, gaetano armao, Mpa, raffaele lombardo, Politica

Armao lancerà la fase due dei sicilianisti. L'ex governatore solo invitato, non parlerà.


PALERMO – Il grande ritorno è fissato per domenica 14 a Enna. Raffaele Lombardo si farà vedere dopo una lunga assenza a una manifestazione di partito, quella del “suo” Mpa, che si riunisce per decidere il futuro in vista delle Regionali. Lombardo è stato condannato in appello per voto di scambio politico-mafioso e assolto dall'accusa di concorso esterno per la quale era stato condannato in primo grado. I suoi autonomisti dovranno decidere con chi schierarsi nella contesa tutta interna al centrodestra, che vede da una parte Nello Musumeci e quanto come lui si erano impegnati per le primarie, e dall'altra Gianfranco Miccichè e la sua Forza Italia che punta invece a trovare un candidato da condividere con gli alleati.

L'ex governatore dal canto suo minimizza. E al Giornale di Sicilia spiega di essere stato invitato e che non parlerà alla convention. Aggiungendo che il figlio Toti non si ricandiderà alle regionali. Il nuovo progetto degli eredi dell'Mpa ruota invece attorno a Gaetano Armao. L'avvocato ex assessore regionale terrà la relazione programmatica. Il passaggio di Enna si propone di riorganizzare l'area autonomista, che in questi anni di assenza dalla scena di Lombardo è stata marginalizzata. Armao rivendicherà quanto fatto negli anni del governo Lombardo e tornerà a reclamare una spinta verso l'autonomia, ccome fa nel suo libro in uscita tra pochi giorni, “Redimibile Sicilia”, che è incentrato proprio sul tema del rilancio delle prerogative statutarie, tanto più alla luce “della sonora bocciatura del tentativo di accentramento della riforma costituzionale”, dice il docente. Con Armao ci saranno i parlamentari del gruppo del Partito dei siciliani ed esponenti dell'area autonomista. L'obiettivo è quello di “un rilancio della presenza politica e soprattutto della presenza in politica dei temi della Sicilia, che ha perduto miliardi di euro”, dice Armao, che di questo sta parlando questa mattina al congresso regionale della Cisl in corso a Palermo alla presenza del segretario Annamaria Furlan.