Live Sicilia

Verso le regionali

Armao: “In tanti sono al mio fianco
Daremo voce ai siciliani indignati”


armao, berlusconi, elezioni, forza italia, micciché, musumeci, regione

“Ho il gradimento di Forza Italia, movimenti civici, Udc, Cantiere popolare e autonomisti”


PALERMO - Armao va avanti. Forte dell’intesa con i partiti del centrodestra e poggiando le proprie chance di candidatura anche sull’affermazione del
movimento “Siciliani indignati”. “Costruiamo – si legge sul profilo Facebook del giurista - un programma per il futuro della Sicilia. Vedo nelle improvvide dichiarazioni di alcuni esponenti regionali il consueto 'teatrino della politica' di cui sono stanchi i siciliani. Chi ha vaneggiato ieri di un 'mandato politico' nei miei confronti non sa di cosa parla”. Il riferimento è indirizzato a dirigenti di Forza Italia che hanno parlato, appunto, di un “mandato esplorativo” ad Armao per verificare la capacità di aggregare attorno al suo nome una coalizione vincente.

“#Sicilianindignati sta lavorando – prosegue Armao - insieme con tanti imprenditori, colleghi universitari, professionisti ed esponenti di varie categorie produttive per dar vita ad una grande iniziativa di rilancio della nostra terra che si basa sul 'manifesto per il futuro della Sicilia' e che ha incontrato l'appassionata condivisione del presidente Silvio Berlusconi e di Gianfranco Micciché con l'obiettivo di unire, innovando, i siciliani stanchi di Crocetta e che non possono affidare il futuro dei loro figli all'improvvisazione dei 5 stelle”.

E l’iniziativa di Armao avrebbe già convinto i partiti di centrodestra, appunto. Almeno molti di loro. Non sono citati, non a caso, né il movimento “Diventerà Bellissima” di Nello Musumeci, né Fratelli d’Italia e Noi con Salvini. “Su questo progetto – dice infatti Armao - hanno espresso gradimento Forza Italia, diversi movimenti civici, Udc, Cantiere popolare e gli autonomisti. Questo è il percorso – ha aggiunto - che è stato intrapreso per unire il centro-destra, ma sopratutto riportare al voto tanti siciliani indignati dall'incapacità della politica regionale, dallo spreco di opportunità e risorse. Questa è la strada per restituire dignità ai siciliani, per una #redimibilesicilia Oggi la pagina Facebook di sicilianindignati è la seconda – ha cnocluso - tra quelle di tutte le forze politiche regionali (ed ampiamente se si somma a Sicilianazione) e la prima per incremento nel mese”.

Insomma, le parole di Armao confermano le notizie dei giorni scorsi. Lo stesso Silvio Berlusconi avrebbe scelto il professore per guidare la coalizione del centrodestra. Una scelta che ha già provocato diverse fibrillazioni all’interno di Forza Italia, ma anche le prime dichiarazioni a sostegno di Armao, come quella di Tonino D’Alì: “Bene fanno Berlusconi e Miccichè a lanciare la competente, presidenza dell'avv. Armao, in grado di rappresentare tutti i siciliani, senza estremismi e prepotenze”. Ma Musumeci sembra intenzionato a tirare dritto. Il centrodestra rischia, cinque anni dopo, di arrivare nuovamente diviso alle elezioni regionali.