Live Sicilia

Palermo

Michele Placido, Ale e Franz
Capitale della cultura, primi eventi


ale e franz, capitale della cultura, centodieci, cusumano, mediolanum, michele placido, orlando, oscar farinetti, palermo

Presentate le prime manifestazioni, sponsorizzate da Mediolanum.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO – Sono i primi eventi presentati ufficialmente per Palermo Capitale della cultura le nove manifestazioni, nate dalla collaborazione tra Comune e Mediolanum, presentate oggi pomeriggio in una conferenza stampa. Le iniziative si svolgeranno tra gennaio e novembre. Lunedì la presentazione ufficiale del programma: a Palermo planerà anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Il sindaco
Leoluca Orlando garantisce: “Abbiamo un numero incredibile di manifestazioni pronte”.

Michele Placido con un racconto della poesia siciliana, il fondatore della clownterapia Patch Adams, Oscar Farinetti con una conferenza sul Made in Italy, uno spettacolo inedito del duo comico Ale e Franz: sono alcuni dei nomi chiamati da Centodieci, piattaforma culturale di Mediolanum corporate university (Mcu), a partecipare alle manifestazioni per Palermo Capitale della cultura 2018. Il costo degli eventi sarà totalmente a carico di Mcu: per il Comune, precisa Orlando, “il costo dell’iniziativa è zero”. Ma anche la cittadinanza potrà partecipare liberamente: prenotandosi sul portale Centodieci, si potrà ricevere un biglietto di ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

“Palermo era già capitale della cultura, è arrivata solo una conferma ufficiale. La presentazione del programma avverrà il 29 gennaio, insieme alla prima manifestazione di Mediolanum”: Orlando ricorda così l’appuntamento per l’inaugurazione dell’anno da Capitale, che avverrà davanti a Gentiloni e al ministro dei Beni e delle attività culturali Dario Franceschini. “Questo sarà un anno complicato – dice Orlando - perché si scopriranno molte eccellenze finte e molte nascoste. Avere messo insieme tutte queste eccellenze è proprio un modo per alzare l'asticella”. Il sindaco non rivela quante iniziative saranno in programma, rimandando tutto alla presentazione ufficiale, ma dice: “Ci sono centinaia e centinaia di proposte per eventi, del tutto a carico del proponente com’era scritto nel dossier di candidatura. Questo per incoraggiare chi vuole fare un’iniziativa a cercare l’apprezzamento di uno sponsor. I numeri delle manifestazioni previste – continua Orlando – sono incredibili, multipli di 365, più di un evento al giorno”.

“Se avessimo potuto definirci Capitale italiana delle culture, al plurale, ci sarebbe piaciuto”: Andrea Cusumano, assessore alla Cultura, sottolinea la “visione trasversale che genera culture. Vogliamo dare l'impressione che ci sia non solo un cartellone di eventi ma un dialogo tra diverse discipline”. Cusumano ricorda che i due media partner degli eventi targati Mediolanum, Radio Italia e Mosaicoon, sono già stati parte della vita culturale di Palermo in passato: “Questo non è un caso: questo programma con i suoi diversi temi è il riassunto dei motivi che hanno portato la città a essere Capitale della cultura”. Mentre Chiara Venturi, responsabile di Centodieci, sottolinea: “Ci siamo trovati molto in sintonia con la città di Palermo e con questo sindaco, e abbiamo deciso di mettere insieme un cartellone di eventi multidisciplinare in cui si parlerà di cultura, architettura, danza e molte altre cose”.