Live Sicilia

PALERMO

Addio a Rita Borsellino
Mattarella: "Testimone coraggiosa"


rita borsellino, morta, palermo, civico, sorella, paolo borsellino
(Foto dalla Pagina Fan di Facebook)

La sorella di Paolo, ex europarlamentare, aveva 73 anni. Era malata da tempo. Camera ardente in via Bernini. LE FOTO. 

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - È morta oggi a Palermo Rita Borsellino, sorella del magistrato ucciso nel 1992 nella strage di via D'Amelio. Farmacista, 73 anni, madre di tre figli, era malata da tempo. La notizia arriva dal Centro studi "Paolo Borsellino", di cui Rita era presidente: "Con grande dolore - scrivono su Facebook - rendiamo noto che Rita Borsellino, presidente di questa associazione, è tornata alla casa del Padre. I componenti del Centro studi Paolo Borsellino abbracciano i figli e le nipoti". Numerosi i messaggi di cordoglio da politica e Istituzioni.

Malata da tempo, negli ultimi mesi le sue condizioni erano molto peggiorate. Oggi pomeriggio, giorno di Ferragosto, il decesso all'ospedale Civico di Palermo. Sarà ricordata per il suo coraggioso impegno antimafia, cominciato già all'indomani della strage in cui fu ucciso il fratello Paolo.

Nel 1995 divenne vicepresidente di Libera, associazione anti-mafia fondata da don Luigi Ciotti, di cui è stata nominata presidente onoraria nel 2005. Carica che ha ricoperto fino a quando, nell'inverno dello stesso anno, si è candidata alla presidenza della Regione Siciliana. Alla fine del 2005, infatti, si è intensificato il suo impegno politico accettando la proposta, veicolata dalla coalizione di centrosinistra nonostante le idee politiche del fratello, simpatizzante del Movimento Sociale Italiano, di candidarsi alla presidenza della Regione Siciliana nelle elezioni della primavera 2006. La sua candidatura è stata sancita dallo svolgimento di elezioni primarie (il 4 dicembre), nelle quali la Borsellino ha ottenuto il 66,9% dei consensi. A quelle elezioni Rita Borsellino fu sconfitta da Totò Cuffaro. Nel 2009 era stata eletta al Parlamento europeo con il Partito democratico con 229.971 preferenze. Nel 2012 si era candidata alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco ma era stata sconfitta da Fabrizio Ferrandelli.

Assieme all'Arci Sicilia, e in seguito con la collaborazione di Libera, nel 1994, e poi negli anni a seguire, contribuisce all'ideazione e alla crescita dell'iniziativa “La Carovana Antimafie”, un'esperienza ormai di carattere internazionale che mira a “portare per tutte le strade” l'esperienza di un'antimafia propositiva che vuole incidere positivamente sulla realtà economica, sociale, amministrativa dei luoghi che attraversa stringendo intrecci solidali ed etici tra i cittadini, le istituzioni e le diverse realtà della società civile organizzata presenti sui territori. Dal 1998 fu presidentessa dell'Associazione "Piera Cutino - guarire dalla talassemia", associazione senza scopo di lucro che promuove la ricerca medica contro la talassemia, di cui successivamente divenne presidente onorario.

"Ho appreso con grande tristezza la notizia della scomparrsa di Rita Borsellino,alla quale mi legavano sentimenti di vera amicizia e di condivisione - dichiara in una nota il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella -. Con coraggio e determinazione, ha raccolto l’insegnamento del fratello Paolo, diventando testimone autorevole e autentica dell’antimafia e punto di riferimento per legalità e impegno per migliaia di giovani. Ai suoi familiari esprimo la mia vicinanza e la più grande solidarietà".

LA FOTOGALLERY

La camera ardente per Rita Borsellino sarà allestita da domattina, giovedì dalle 11 alle 20, nel bene confiscato alla mafia ed assegnato dal Comune di Palermo al Centro Studi "Paolo Borsellino" . Lo ha concordato con i familiari e con i responsabili del Centro il Sindaco Leoluca Orlando, che ha anche disposto la presenza del Gonfalone della città. Il bene confiscato si trova in via Bernini 52. I funerali si terranno domani, venerdì, alle 11.30 nella chiesa Don Orione di via Ammiraglio Rizzo.