Live Sicilia

ALL'ARS

Riscossione, nulla di fatto
Nuovo stop per le nomine


nomine cda riscossione sicilia, nomine riscossione sicilia, riscossione sicilia nomine cda, sicilia riscossione sicilia

Dopo l'audizione del capo della segreteria tecnica di Musumeci.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Nuova fumata nera in Commissione Affari istituzionali all'Ars per le nomine del consiglio di amministrazione di Riscossione Sicilia. Ma si tratterebbe di uno stop temporaneo. "Sulla base dell'interpretazione delle norme sulle incompatibilità fatta dall'Anac, abbiamo appurato che nel caso dei tre designati dal governo per Riscossione non ce ne sono, ma i componenti delle opposizioni hanno chiesto ancora del tempo per verificare ulteriormente che sussistano le condizioni per le nomine, sulla base dell'assegnazione delle deleghe in seno al Cda", spiega il presidente della Commissione Stefano Pellegrino.

Ieri, nel corso della seduta della prima commissione dell'Assemblea regionale, si era messa in discussione la nomina di Gaetana Palermo, avvocato e consigliere comunale di Enna. Il parlamentare regionale del Movimento 5 stelle, Giancarlo Cancelleri, aveva parlato addirittura di "dichiarazioni mendaci". Dopo aver sentito in audizione il capo della segreteria tecnica del presidente Musumeci, Giacomo Gargano, "i dubbi però sono stati risolti", aggiunge Pellegrino. Le nomine, quindi, del presidente Vito Branca, esperto tributarista, e i componenti Massimo Giaconia, commercialista e fiscalista internazionale, e Gaetana Palermo, dovrebbero essere approvate nella seduta di mercoledì 19 settembre alle 12.