Live Sicilia

PALERMO

Un arsenale in casa dell'ex Pip
Pistole sotto terra, 3 arresti VIDEO


armi a casa di un ex pip, armi ex pip, armi nella villa di un ex pip, arresti armi palermo, arsanale armi palermo, blitz palermo armi, blitz palermo polizia tre arresti, padre madre e figlio arrestati per armi, Cronaca
Le armi sequestrate

C'era anche un laboratorio clandestino per fabbricare e modificare le armi.


PALERMO - L’ex Pip aveva un arsenale in casa. Anzi, sotto terra o nascoste dentro il camino. Padre, madre e figlio sono stati arrestati dalla polizia che ha fatto irruzione in una villa nella zona di Ciaculli. In manette sono finiti Antonino Adelfio, 49 anni, e il figlio 27enne Gaetano. Ai domiciliari la moglie, Giovanna Li Causi, 49 anni.

La voce circolava da un po'. A Palermo c'era un un super esperto di armi, capace di "ripulire" pistole rubate e di fabbricarne di nuove, partendo dai modelli giocattolo. Gli agenti della Squadra mobile e del commissariato Zisa-Borgonuovo si sono insospettiti per alcuni strani movimenti nei pressi della villa dove vive l’operaio inserito nella lista dei precari dei Piani di inserimento professionale, già noto per i suoi precedenti in materia di armi, stupefacenti e altri reati.

Da qui la perquisizioni all’interno dell’abitazione e nel terreno, dove erano state ricavate delle botole, usando il metal detector. Oltre alle pistole e alle munizioni già pronte, in un locale attiguo alla casa c’era un laboratorio clandestino per fabbricare le armi che venivano testate in un poligono rudimentale. In manette l’intero nucleo familiare: padre e madre, di 49 anni, e il figlio di 26. 

 GUARDA IL VIDEO