Live Sicilia

L'iniziativa

Salemi, un campo di calcio a 5
intitolato a Rocco Chinnici FOTO


Caterina Chinnici, contrada ulmi, Domenico Venuti, giovanni chinnici, lotta alla mafia, mafia, rocco chinnici, salemi, Trapani

L'inaugurazione con i figli del magistrato ucciso dalla mafia

VOTA
0/5
0 voti

SALEMI (TRAPANI) - Intitolato al magistrato Rocco Chinnici, ucciso dalla mafia il 29 luglio del 1983, il campo di calcio a 5 di contrada Ulmi, a Salemi (Trapani), completato dall'amministrazione comunale che ha attivato i fondi del Piano di azione giovani 'Sicurezza e legalità' e del Pon Sicurezza. Alla cerimonia, svoltasi oggi, hanno partecipato anche l'europarlamentare Caterina Chinnici e e l'avvocato Giovanni Chinnici, figli del magistrato, oltre al prefetto di Trapani, Darco Pellos, e all'amministrazione comunale guidata dal sindaco Domenico Venuti. L'intitolazione del campo di calcio a cinque ha completato la due giorni organizzata dal Comune e dall'Istituto comprensivo 'Giuseppe Garibaldi - Giovanni Paolo II', che venerdì ha visto gli studenti impegnati in un dibattito sulla lotta alla mafia. 

FOTOGALLERY


"È bello per noi vedere nascere questa opera di utilità collettiva che porta il nome di nostro padre - ha sottolineato Caterina Chinnici – e fa particolarmente piacere che ciò avvenga nel territorio di una provincia alla quale sono legati i primi anni dell’attività professionale di Rocco Chinnici e anche una parte della storia della nostra famiglia. Lo sport è un veicolo di trasmissione dei valori positivi e considero molto importante che questa iniziativa abbia messo al centro i giovani, il cui futuro costituiva la principale motivazione per Rocco Chinnici, attraverso un messaggio che unisce alla forza aggregante dello sport il senso più profondo della memoria: trasmettere, anche attraverso un gesto simbolico, modelli positivi di impegno per affermare e preservare la legalità e la giustizia".

"Il completamento del campo di calcio a cinque di contrada Ulmi ha un doppio valore simbolico: abbiamo restituito ai giovani e agli abitanti della contrada un luogo di ritrovo che può diventare punto di riferimento per lo sport e abbiamo legato questa rinascita basata sulla concretezza a una figura simbolo del riscatto della nostra terra come quella di Rocco Chinnici, il cui nome è legato a Salemi", ha affermato Venuti. "Sono stati due giorni intensi che hanno visto coinvolti soprattutto gli studenti, ai quali spetta il compito di restare sempre liberi dal giogo mafioso, seguendo il solco tracciato da uomini e storie come quella di Chinnici - ha aggiunto il sindaco di Salemi -. Il campo di calcio a cinque, completato grazie ai fondi del Pon Sicurezza, sarà accessibile a tutti e permetterà ai nostri ragazzi di ritrovarsi e di sentirsi più vicini attraverso lo sport". L'amministrazione comunale, infatti, ha già avviato le prime interlocuzioni con alcuni abitanti di contrada Ulmi per la gestione e la custodia dell'impianto.