Live Sicilia

Palermo

"Il taser serve per prevenire reati,
non per i soggetti fragili"


gabriele marchese, palermo, società italiana psichiatria, taser

Lettera della Società italiana di psichiatria dopo l'intervista al comandante dei vigili Marchese

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - "In riscontro all'affermazione del dottor Gabriele Marchese, Comandante dei vigili urbani di Palermo, il quale ha dichiarato nell'intervista del 3 dicembre su Livesicilia che 'il taser non sostituisce un'arma ma è uno strumento che consente di svolgere particolari servizi per i quali già interveniamo, come i trattamenti sanitari obbligatori', la Società italiana di psichiatria che rappresenta oltre cinquemila psichiatri osserva che tale affermazione sia inopportuna, in quanto ritiene che il taser sia un dispositivo che vada utilizzato in via prioritaria per prevenire reati e non su soggetti fragili e bisognosi di cure". Questo il contenuto di una lettera inviata al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, dal presidente e dal vicepresidente della Società italiana di psichiatria, Enrico Zanalda e Salvatore Varia.