Live Sicilia

COMUNE

Matrimoni civili a Palermo
Confermati Spasimo e Villa Trabia


matrimoni civili palermo

La delibera della giunta Orlando.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il numero dei matrimoni e unioni civili, a Palermo, è in costante aumento e le domande sono sempre di più. Per questo il Comune ha deciso, anche per il 2019, di ampliare il numero dei siti che possono ospitare le cerimonie laiche: una delibera della giunta Orlando, infatti, ha confermato anche per l’anno prossimo la possibilità di pronunciare il fatidico “sì” anche nel giardino di villa Trabia o allo Spasimo, sebbene solo in estate.

Già nel 2012 l’amministrazione comunale aveva scelto, come sede dei riti civili, i locali delle otto circoscrizioni, l’ex chiesa di san Mattia ai Crociferi, alla Kalsa, e infine l’ex Fonderia Reale alla Cala. Un numero abbastanza esiguo che, due anni dopo, è stato ampliato includendo anche villa Trabia con l’uso dei giardini esterni dal 21 giugno al 20 settembre. Nel 2017 la giunta ha deciso di estendere il periodo estivo dal 20 maggio al 14 ottobre e di includere anche il complesso dello Spasimo, ottenendo un discreto successo.

Ma dal momento che le istanze per matrimoni e unioni civili allo Spasimo e nei giardini di villa Trabia sono in aumento, il sindaco e i suoi assessori hanno disposto di rinnovare, per tutto il 2019, la possibilità di sposarsi in questi due spazi nel periodo compreso tra il 20 maggio e il 12 ottobre, compatibilmente con gli eventi pubblici già organizzati. In totale nel 2018 sono stati celebrati 104 riti a villa Trabia, 23 allo Spasimo, nove a San Mattia e ben 549 all’ex fonderia Oretea.