Live Sicilia

Sicurezza alimentare

Regione e Comune di Palermo
sposano il progetto Udicon



Un marchio di qualità per identificare i produttori di pane e pasta che usano grano siciliano

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - "Per la prima volta non si parla solo di pane e pasta ma di sicurezza alimentare legata ai prodotti del grano. Questa è una importante novità che va promossa e sostenuta nell’interesse dei siciliani", ha detto l’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano intervenendo all’incontro dell’Udicon sulla sicurezza alimentare durante la due giorni tenuta di fronte al teatro Massimo e nelle sale del cinema Rouge et Noir. "L’assessorato alle Attività Produttive – ha aggiunto l’assessore – sposa e sostiene il progetto Udicon e sarà a fianco di questa iniziativa anche nel 2019 anno che dovrà segnare un passo in avanti proprio nel sostegno al progetto da parte pubblica. Per questo invito anche il Comune di Palermo a sposare, come stiamo facendo noi, l’iniziativa". Immediata è stata la risposta del vice sindaco e assessore comunale Sergio Marino: "Il Comune è particolarmente interessato alla sicurezza alimentare dei palermitani e sarà parimenti a fianco dell'Udicon in questo progetto che sposa sicurezza, salubrità e promozione dei prodotti tipici locali di qualità".

Proprio la sicurezza in tavola è stata al centro della due giorni palermitana dedicata ai prodotti del grano iniziata di fronte al teatro Massimo di Palermo e proseguita per tutta la giornata di oggi.

Per iniziativa dell'Udicon nascerà un marchio di qualità per identificare i produttori di pane e pasta che usano grano siciliano non trattato con glifosato e libero dai veleni che troppo spesso giungono sulle nostre tavole attraverso prodotti realizzati con materie prima di dubbia provenienza. Sono stati due giorni di degustazioni, informazione, incontri divulgativi e dedicati alla promozione di un protocollo d’intesa che sarà apripista per la nascita del marchio di qualità che è nei progetti U.Di.Con.

L’evento è stato organizzato con il patrocinio degli assessorati regionali Attività produttive, Salute e Agricoltura e ha visto la presenza del Presidente Nazionale Udicon Denis Nesci, del Presidente regionale Pietro Feroce, degli assessori regionali Mimmo Turano e comunale nonché vice sindaco e assessore alle attività produttive del comune di Palermo Sergio Marino, del Commissario Straordinario dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia Salvatore Seminara oltre ad esperti nutrizionisti, biologi, chef e responsabili delle associazioni di categoria

“La nascita del protocollo di intesa con i produttori di pane e pasta – dice il Presidente U.Di.Con Denis Nesci - è un modo per garantire un valore aggiunto ad un prodotto che è già buono ma che diventerà più sicuro. Infine la creazione di un marchio scelto e ideato con cura per questa iniziativa , servirà a identificare un prodotto di qualità e sicuro, farà la differenza tra tutti i prodotti presenti negli scaffali della grande e media distribuzione”.

"Con questo ambizioso progetto l’U.Di.Con Regionale Sicilia intende sostenere e rafforzare la commercializzazione di pane e pasta “Born in Sicily” di qualità attraverso l’acquisizione di politiche vincenti, innovativi metodi di gestione - gli fa eco il presidente regionale Pietro Feroce -La nascita di questo protocollo di intesa rappresenta infatti una risposta concreta affinché si faccia squadra’ e si costruisca una rete tra produttori di grano panificatori pastai e consumatori".