Live Sicilia

Incontro ad Agrigento

Di Mauro: "La manovra nazionale?
Penalizza il Meridione"


Faccia a faccia con i sindaci

VOTA
0/5
0 voti

, Agrigento
AGRIGENTO - Il leader degli autonomisti siciliani e vicepresidente dell’Ars Roberto Di Mauro ha chiamato oggi a raccolta i sindaci dell’Agrigentino "per discutere sulla possibile situazione di preoccupazione e allarme sociale paventata da parte degli amministratori locali, alla luce del quadro finanziario generale". "Nutrita la partecipazione dei primi cittadini all’incontro svoltosi stamani ad Agrigento all’hotel Dioscuri - si legge in una nota -. La sala era affollata dai tanti amministratori locali".

Assenti il sindaco di Licata Giuseppe Galanti e il deputato regionale autonomista Carmelo Pullara "perché impegnati nella manifestazione NO TRIVELLE a Licata". Presenti invece i sindaci di Aragona; Cianciana; Grotte; il vice sindaco; di Licata e quello di Ravanusa e i sindaci di Lucca Sicula; Menfi; Naro; Raffadali; Realmonte; Ribera; San Giovanni Gemini e Siculiana.

Al centro della discussione le difficoltà sempre crescenti che si annunciano per effetto dei tagli dei trasferimenti della Regione agli enti locali attraverso cui le amministrazioni hanno potuto garantire negli anni servizi essenziali come il trasporto pubblico locale e quello ai disabili: "I sindaci - le parole di Di Mauro- sono l’avamposto principale dei territori, e hanno manifestato una grande preoccupazione per la norma che andrebbe a garantire l’autonomia finanziaria delle grandi regioni del nord".

L’esponente degli Autonomisti ha poi proseguito: "La Finanziaria nazionale non ha presentato alcun piano di sviluppo per il sud né di investimenti, non ci sono misure a favore delle imprese. In compenso, gli effetti delle prerogative finanziarie che andrebbero a regioni già posizionate economicamente meglio della Sicilia, finiranno con fare diminuire i soldi per la Sicilia e impoverire ulteriormente un tessuto economico e sociale come il nostro, già compromesso".