Live Sicilia

EOLIE

Biglietterie senza autorizzazione
Indagato il sindaco di Lipari


indagato giuseppe insana lipari, indagato massimo la cava lipari, indagato sindaco giorgianni lipari, indagato sindaco lipari giorgianni, lipari indagato alessandro seminara, lipari indagato sindaco, sindaco lipari indagato, Cronaca, Messina

L'accusa è abuso d'ufficio. Indagati anche quattro gestori.

VOTA
0/5
0 voti

LIPARI (MESSINA) - Il sindaco di Lipari (Messina) Marco Giorgianni è indagato per abuso d'ufficio dalla Procura della Repubblica a Barcellona Pozzo di Gotto perché avrebbe concesso locali delle biglietterie dei mezzi di collegamento marittimi con le Eolie che erano privi della concessione demaniale da parte della Regione. Con lui, per occupazione illegale di bene demaniale, sono indagati quattro gestori delle biglietterie.

L'inchiesta, in seguito ad una denuncia, è stata avviata dalla Capitaneria di Porto di Milazzo e Lipari ed è coordinata dal procuratore Emanuele Crescenti e dal sostituto procuratore Rita Barbieri. Gli altri quattro indagati, invece, ai quali si contesta l'occupazione abusiva di area demaniale, sono: Massimo La Cava, 56 anni, legale rappresentante della società "Sgm" srl; Alessandro Seminara, 52 anni, e Giuseppe Insana, 30 anni, entrambi legali rappresentanti che si sono succeduti alla direzione della Davimar Eolia Navigazione srl; Donatella De Pasquale, 54 anni, legale rappresentante della Eoltravel Viaggi e Turismo snc. (ANSA).