Live Sicilia

DA PALERMO A CARINI

I boss del pizzo e della droga
Blitz della polizia, 10 arresti


, Cronaca

Famiglie mafiose diverse si dividevano gli incassi delle estorsioni. VIDEO. I nomi

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Le famiglie mafiose si dividevano i soldi delle estorsioni. A scoprire gli intrecci sono stati i poliziotti della squadra mobile che hanno arrestato nella notte dieci persone.

Si tratta di boss e gregari del mandamento di San Lorenzo - Tommaso Natale, indagati, a vario titolo, per associazione mafiosa, estorsione aggravata dal metodo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti.


Il provvedimento, firmato dal giudice per le indagini preliminari, è stato chiesto dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, che si è avvalsa, tra l'altro, delle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia.

Numerosi gli episodi estorsivi documentati dagli investigatori. Nel mirino imprenditori edili che lavoravano anche a Isola delle Femmine, Capaci e Carini, ai quali veniva imposto il pagamento di ingenti somme di denaro per “la messa a posto”. Ciò avveniva anche grazie anche al ruolo di collegamento con altre “famiglie mafiose” del territorio palermitano assunto da alcuni degli arrestati. 

Un capitolo delle indagini riguarda lo spaccio di droga. Una delle persone finite in manette, con l’appoggio di Cosa Nostra, si era imposto come il principale spacciatore del quartiere Zen.

I nomi degli arrestati. Giuseppe Messia, Giovanni Messina, Girolamo Taormina, Giuseppe Fricano, Salvatore Lucera, Giuseppe La Torre, Fabio Chianchiano (già condannato a 30 anni per l'omcidio di Franco Mazzè, avvenuto allo Zen), Salvatore Verga, Francesco Di Noto e Baldassare Migliore. 

"In Campania perquisizioni e sequestri contro la famiglia di un presunto capoclan di camorra, in Sicilia maxi operazione contro il mandamento palermitano di San Lorenzo-Tommaso Natale, in Calabria sequestrati beni a imprenditori in odore di 'ndrangheta per 7,5 milioni. Grazie alle Forze dell'Ordine e agli inquirenti: sono le buone notizie che fanno cominciare bene la giornata". Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini.